lunedì 21 settembre 2009

Cheese 2009 e ...


Dal 18 al 21 settembre è andato in scena Cheese 2009, appuntamento dedicato al formaggio di qualità legato a Slowfood e ospitato dalla città di Bra (Cn).
Anche se l'ultimo week end è stato climaticamente inclemente la tentazione di approfittare del Mercato dei formaggi è stata veramente forte :-) "affrontando" le prime piogge.
La scelta è prossima all'infinito ... per non eccedere quest'anno abbiamo fissato la bussola su degustazioni: una nazionale di origine toscana e l'altra internazionale (e indovina indovinello ...) di origine britannica!

Per la Toscana sono andati in scena un'ottimo pecorino di media stagionatura e una caciotta più fresca ovvero il Marzolino.
Per la Gran Bretagna una piccola selezione spaziando dal latte di capra al latte di mucca (proposti da Neal's Yard Dairy cheese list) e un pecorino irlandese.
.
Mi piacciono molto gli abbinamenti della tavolozza di formaggio con miele, frutta fresca e secca e la nostra indigena cognà. Questa volta mi sono spinta in un esperimento che si è rivelato piuttosto azzeccato.
Ho centrifugato l'uva fresca, il dolcetto appena colto che quest'anno è particolarmente zuccherino.
Il dolcetto è un vitigno a bacca rossa che vinificato rappresenta storicamente il vino rosso da pasto nella zona delle Langhe (Dolcetto d' Alba).
Il vino dolcetto non incontra i miei gusti ma gli acini del grappolo ben maturo sono ottimi! E se la buccia non piace si ricorre alla centrifuga per ottenere un succo dalle tonalità violacee da assaporare tra un boccone e l'altro, esattamente come un cucchiaino di miele per accompagnare e contrastare toni salati e piccanti.

sabato 12 settembre 2009

Toraya, tea room

namagashi & genmai-cha
.
Dopo due settimane completamente dedicate al lavoro, week end compresi, riemergo ... La stanchezza si fa sentire ma fa parte dell'impegno extra!
In compenso caricando le foto del post, i ricordi del pomeriggio d'Agosto parigino da Toraya mi cullano con una vena di nostalgia.
Vorrei poter sorseggiare il delizioso e delicato thé genmai-cha con le note del riso tostato: tonificante e rilassante. Per i dolci abbiamo optato per un po' di Giappone e un po' di Francia: namagashi e macaron al thé verde.
Menzione d'onore per tazza e teiera.
.

10, Rue Saint-Florentin, 75001 PARIS
Phone:+33-(0)1-42-60-13-00
10:30 - 19:00 Closed on Sundays and national holidays
.
La proposta di pasticceria fresca era veramente suggestiva, tanto che non sono riuscita a trattenermi e ho preso anche un paio di assaggini da asporto (da consumare in giornata). Il dolcino che ho apprezzato di più è stato il girasole, ma l'estetica del pesciolino non ha eguali!!!
himawari & ike no natsu
.
Himawari -Il girasole è formato nella parte centrale da una pasta di azuki rossi con zucchero di canna (kurokohaku) e i petali gialli sono preparati con una pasta di azuki bianchi: evocano la bellezza dei girasoli d'agosto che seguono i movimenti del sole.
Ike no natsu - Il pesciolino ricorda una scena d'estate dove il pesciolino rosso (pasta di riso e azuki bianchi) nuota in uno stagno (gelatina di agar agar) illuminato dai raggi solari: evoca la ricerca della frescura nei torridi mesi d'estate.
Un afternoon tea un po' diverso ... buon week end a tutti!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...