mercoledì 29 settembre 2010

Dal Gambero Nero a Sapori reclusi


Se la cucina e la fotografia appartengono alla vostra vita e sono le vostre passioni la mostra fotografica itinerante di Davide Dutto "Dal Gambero Nero a Sapori Reclusi" è un' occasione fuori dagli schemi per parlare del rito quotidiano della preparazione del cibo.
Attraverso le immagini e al progetto dell'associazione Sapori Reclusi si aprono le porte del mondo carcerario ponendo lo sguardo sui pasti che si cucinano e si consumano dietro le sbarre. Ascoltando i racconti di Davide si finisce per conoscere le persone immortalate negli scatti, le loro storie di vita vissuta senza libertà, e di chi è entrato in carcere collaborando al progetto superando le iniziali barriere.
Avevo saputo di questa iniziativa da un post dei Cuochi di Carta ... e mi annoto anche il link per recuperare i loro appunti :-)
"Il Gambero Nero, ricette dal carcere" è il libro che contiene le fotografie scattate nel carcere di Fossano (Cn). Il progetto poi si è evoluto nei Sapori Reclusi dove alcuni detenuti della Casa Circondariale di Alessandria hanno partecipato al corso di cucina tenuto da importanti cuochi (Andrea Ribaldone, Davide Palluda, Flavio Ghigo, Gilberto Demaria, Roberto Campogrande, Paolo Reina e Ugo Alciati) attraverso l'organizzazione di Davide Dutto.

Il laboratorio fotogastronomico si traduce in dialogo, creatività, incontro. Chi volesse approfondire e/o sostenere il progetto può trovare maggiori informazioni qui.

Questa tappa della mostra itinerante è stata inaugurata il 29 settembre e prosegue sino al 10 ottobre presso il ristorante "Il verso del ghiottone" di Dogliani (Cn) proprio nei locali dei (bravissimi) cuochi Gilberto Demaria e Roberto Campogrande che hanno partecipato attivamente al progetto.

Via Demagistris 5
12063 Dogliani (Cn)

giovedì 23 settembre 2010

Mint julep brownie cakes

mint julep brownies cakes

Eccovi ufficialmente il mio primo brownie (quant'è bellino il pargolo ... orgoglio di primagenitura)!
La mia latitanza in materia probabilmente era dovuta ad un falso pudore nei confronti della quantità di burro (175 gr per 6-8 dolcini!?!?!) ma sono stata vinta dalla voglia di utilizzare le foglioline di menta fresca :-P con l'effetto secondario di tuffarsi nell'avvolgenza del cioccolato ...
Forse come scusa non è tanto credibile ^ - ^ ma l'abbinamento tra cioccolato e menta mi fa letteralmente impazzire per cui mi sono confezionata anche l'alibi!

La ricetta è tratta da un libricino monotematico che fa parte del "bottino" vacanziero intitolato Heavenly Brownies edito da Parragon Books Ltd.
Ecco la traduzione della mia esecuzione (non ho usato il bourbon nell'impasto e l'estratto di menta per la salsa)

Mint julep brownies cakes
burro 175 gr
farina bianca 125 gr
lievito 6 gr
cioccolato fondente 150 grammi
uova 2
zucchero grezzo di canna -dark muscovado- 200 gr
menta fresca tritata 1 cucchiaio
(facoltativo: 3 cucchiai di bourbon)
germogli di menta per decorare
per la salsa
cioccolato fondente 115 gr
panna 125 ml
(facoltativo: 1 cucchiaio di estratto di menta)
Preriscaldare il forno a 180° e predisporre uno stampo foderato con carta forno di 28 x 18 cm.
In un pentolino fondere il burro e il cioccolato mescolando con un cucchiaio. Togliere dal fuoco.
Montare le uova con lo zucchero, unire la menta tritata, incorporare farina, lievito e la crema di burro e cioccolato.
Versare il composto nello stampo e cuocere per 30 - 35 minuti.
Dopo la cottura lasciare riposare almeno 15 minuti prima di rimuovere dallo stampo e tagliare le porzioni desiderare (quadrati o rettangoli).
Per la salsa fondere il cioccolato nella panna tiepida mescolando sino ad ottenere la giusta densità (aromatizzando con l'essenza di menta). Servire decorando i brownies con la salsa e il ciuffetto di menta fresca.

Da rifare! Ideale per coccolarsi la domenica :-)


domenica 19 settembre 2010

Yogurt dolce al vapore

bhupa doi: yogurt dolce al vapore

Che bello ritrovare un attimo per aggiornare il blog!!! Prima di iniziare a scrivere però vorrei salutare e ringraziare tutti coloro che sono passati quest'estate e anche chi ha ulteriormente contribuito alla raccolta di ricette :-)

L'anno scorso facendo una ricerca in rete sulla cucina indiana mi sono imbattuta in una graziosa dispensa con ricette particolarmente interessanti che rendono omaggio alla complessità dell'India. Per evitare di perdere il link mi ero anche stampata le pagine ... che sono andate a rimpinguare il ricco elenco della lista delle cose da provare ... sino a ieri :-D
Ho iniziato a provare le ricette dal fondo ovvero sono partita dal dessert bhupa doi o meglio yogurt dolce al vapore.
Vi riporto (copiandola pari pari) la ricetta proposta dallo chef Atul Kochhar e dopo aver degustato il fresco dessert, in uno scampolo di bel tempo ancora estivo, voglio sbirciare le vostre ultime novità :-)
Bando alle ciance mettiamoci ai fornelli!

4 porzioni

200 ml di latte condensato

200 ml di yogurt naturale denso o yogurt greco

10 g di pistacchi a scaglie

10 g di uva passa (fatta rinvenire in acqua tiepida)

1 pizzico di cardamomo in polvere


Miscelate gli ingredienti con una frusta e adagiate il composto negli stampini foderati con carta da forno, aiutandovi con un cucchiaio. Collocate gli stampini su una teglia da forno che riempirete per metà con acqua calda. Preriscaldate il forno a 150°C e fate cuocere a bagno maria per 40-50 minuti.

Servite i dessert ben freddi, presentandoli con bacche estive e granita alla fragola.