martedì 30 novembre 2010

Strudel di mele e crema alla cannella

Con la fine di novembre sono arrivate le prime nevicate e i relativi paesaggi romantici da ammirare ... qualche piccolo disagio negli spostamenti, ma non si può avere tutto :-) ... però è il modo migliore per pregustare le prime avvisaglie natalizie.
Per rendere al meglio il sapore dolce di queste meditazioni niente di più efficace di una croccante sfoglia ripiena di crema e mele con la punteggiatura avvolgente della cannella ... il tutto per riprodurre una colazione golosa gustata a Merano.
Passiamo ai fornelli!

Strudel di mele e crema alla cannella
mele golden 2
zucchero di canna 3 cucchiai
succo di limone 1
amido di mais 1 cucchiaino
acqua 1/2 bicchiere
mezza dose di crema pasticcera
cannella in polvere 1/2 cucchiaino
pasta sfoglia
zucchero di canna per spolverare
Pulire le mele e tagliarle a piccoli cubetti, condire con il succo di limone e i 3 cucchiai di zucchero. Aggiungere il mezzo bicchiere d'acqua e portare a bollore cuocendo le mele per tre-cinque minuti. Sgocciolare le mele e con una frusta usare l'amido per addensare il succo rimasto nel tegame. Rimettere le mele nel tegame e lasciare raffreddare.
Preparare la crema pasticcera aromattizata alla cannella e fare raffreddare completamente.
Accendere il forno a 180°. Confezionare gli strudel facendo uno strato di crema e uno di mele. Sigillare i bordi con un goccio d'acqua e cospargere la superficie di zucchero prima di infornare.
Cuocere sino a doratura

sabato 6 novembre 2010

Delizie della provincia di Alessandria: Montébore e miele d'acacia

Montébore al Salone del Gusto di Torino 2010

Ok, faccio un sacco di chilometri per lavoro ... ma qualche vantaggio c'é: sconfinando di provincia i colleghi di lavoro (buongustai) consigliano acquisti di prodotti tipici delle loro zone e così ho avuto l'occasione di acquistare una bella formella di Montébore direttamente dal produttore nella "mitica" Val Borbera.
L'avevo già intravisto da Il luppolo selvatico (che lo racconta in modo splendido andate a leggere), ma assaggiarlo è stata tutta un'altra cosa. L'ho poi "rivisto" con piacere al Salone del gusto a Torino :-)
Visto che la golosità non ha confini si arriva sino alla Terra di Mezzo (ops ... un momento non sto parlando de Il Signore degli Anelli !?!). Rimanendo sempre nelle terre alessandrine ho acquistato un miele d'acacia strepitoso. Io sono difficile in materia ma questo è veramente irresistibile per profumo, sapore e consistenza.
Per cui confesso l'abbinamento: spacchettata la formella di Montébore (prodotto il 24/09/2010) dalla simpatica confezione con sigillo e lasciata a temperatura ambiente, si è finito il tutto a "fettine" con gocce di miele d'acacia dell'azienda agricola Terra di Mezzo.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...