martedì 6 giugno 2017

Cucina thailandese: Pad Thai





Ho imparato ad apprezzare la cucina thailandese viaggiando in Europa. Sono curiosa e cerco sempre di imparare qualcosa. Tra libri di ricette e internet provo a riprodurre i piatti cercando gli ingredienti nei negozi etnici. I miei piatti thai preferiti sono i curry (in pasta, nelle varianti verde, giallo, rosso a seconda del mix di ingredienti) che profumano di lemongrass, zenzero e galanga con tutta l'avvolgenza del latte di cocco :-) Altro piatto interessante è l'insalata di papaia verde, fresche striscioline condite con il giusto equilibrio tra dolce, salato e acido che vengono rispettate nelle ricette thailandesi.
Oggi vi propongo il pad thai noto piatto di noodle-tagliatelle con farina di riso condite con un ricco sugo aromatico. Un piatto unico che stuzzica l'appetito e la voglia di viaggiare ... chissà un giorno li proverò direttamente in loco ... Nel frattempo cerco di gestire il mio odio, a volte amore, per le foglie di coriandolo fresco ;-)
Mettiamoci ai fornelli seguendo la ricetta di Vaty!



Pad Thai di Vaty
INGREDIENTI per 2 persone
200 gr tagliatelle di riso thailandese*
200 gr (o a piacere) di code di gambero
2 cucchiai di olio di semi di girasole
2 spicchi d’aglio (io ho omesso)
1 cipollotto tritato
2 cucchiai di arachidi tritati
2 uova
2 cucchiai di pasta di tamarindo **
4 cucchiai di salsa di pesce (“fish sauce”) *
2 cucchiai di zucchero
pepe nero macinato q.b.
erba cipollina q.b.
lime e peperoncino a piacere
germogli di soia e coriandolo fresco
(* – ingredienti che si acquistano nei negozi orientali o semplicemente cinesi)
(** seguite le indicazioni per “sciogliere” la pasta, es. scaldandola a bagno maria o altro metodo indicato).
PREPARAZIONE
1. Mettete in ammollo le tagliatelle in acqua calda per circa 5/10 minuti, mentre preparate il resto.
2. scaldate il wok (oppure una padella larga e profonda) e tostate gli arachidi, poi toglieteli e metteteli da parte.
3. Mettete l’olio nel wok e fate soffriggere l’aglio e la cipolla.
4. Aggiungete i gamberetti, cuoceteli un paio di minuti e toglieteli e metteteli da parte.
5. Scolate le tagliatelle di riso (lasciandole belle “umide” di acqua) e versatele nel wok.
6. A fuoco alto, unite il tamarindo, lo zucchero e la salsa di pesce. Mescolate.
8. Spostate le tagliatelle da una parte (nel wok) per far posto all’uovo, rompetelo a pezzettini e fatelo cuocere. Poi amalgamate tutto insieme.
9. Infine unite i gamberetti, l’erba cipollina e girate ancora (Se le tagliatelle risultano troppo secche, aggiungete acqua nel wok). Completare con germogli di soia.
10. Aggiustate di pepe, spolverate con arachidi e accompagnate con lime e/o peperoncino e coriandolo  a piacere.

2 commenti:

Mila ha detto...

Effettivamente in giro per l'europa piuttosto che fiondarmi sul McD o nei ristoranti italiani anch'io preferisco provare cucine locali e orientali (o asiatiche)
Bravissima

Elena Bruno ha detto...

Allora non siamo gli unici :-) grazie per il messaggio, buona giornata a te!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...