lunedì 23 dicembre 2013

Fatti e rifatti: Guinness cupcakes (con un pizzico di farina di avena)



Siamo agli sgoccioli!!! dopo domani è Natale e arriva anche il momento degli auguri in ufficio. Al posto dei tradizionali pasticcini o della solita fetta di panettone o di pandoro provate a proporre i Guinness cupcakes! Sono morbidi e profumati al cacao, una piccola coccola inaspettata. Sono belli e buoni, così carini con il loro giro di glassa alla vaniglia, già suddivisi in porzioni ed è divertente proporre una novità :-)
Questi dolcetti li dedico alla mia collega Daniela di Genova che li adora, e approfitto per fare a lei e a tutti voi tanti auguri di buone feste!!!
Ma adesso mettiamoci ai fornelli.

martedì 17 dicembre 2013

Lemon and poppyseeds cake ( e cupcakes)


Giusto per intervallare la tradizione italiana facciamo un'incursione nel Regno Unito per preparare un piacevole cake al limone puntinato dai semi di papavero. Il dolce può essere preparato sotto forma di torta (stampo da plumcake, per intenderci) o sotto forma di cupcakes monoporzione.
Non pensate possano essere perfetti per accogliere parenti o amici che passano per un tè o un caffé per fare due chicchere e per scambiarsi gli auguri e regali? 
Con la fragranza degli agrumi non si sbaglia. Il profumo di limone conquisterà tutti :-)
Con questa dose ho preparato un piccolo plumcake e 12 tortine monoporzione piccole.
Mettiamoci ai fornelli.

domenica 15 dicembre 2013

Pensando al menù di Natale: Panforte margherita


Dopo anni sono finalmente riuscita a preparare il panforte!!! Non che ci siano particolari difficoltà nella ricetta, ma un anno dopo l'altro si rimandava ... L'unico ingrediente che non sono riuscita a reperire sono le ostie. Ho provato ... quando sono entrata in pasticceria per chiedere se ne avevano mi hanno guardato con se avessi pronunciato una parolaccia ... Per fortuna esiste la carta forno che aiuta le cuochine disperate :-D
La ricetta di "La ciliegina sulla torta" è perfetta, ho solo modificato un paio di ingredienti per mio gusto personale. Se passate qui trovate la sua originale.
Siete ancora in tempo per confezionarli i panforte Margherita e offrirli come presente natalizio. Oppure tagliato a quadratini è perfetto per accompagnare il caffè del menù di Natale.
Non dimenticare di mettete in tavola mandarini, mandaranci e noccioline per chiudere tra una chicchera e l'altra il pranzo della festa.
Mettiamci ai fornelli.

venerdì 13 dicembre 2013

Pensando al menù di Natale: Rolata di tacchino al prosciutto, verdure glassate al miele e chips di patate viola


Vi avevo promesso un menù di Natale carino ma semplice da eseguire? Eccoci al secondo con contorni. Bando alle ciance qui andiamo direttamente di barbatrucco ... la rolata farcita al prosciutto è preparata dal macellaio di fiducia :-) Vi consiglio di cuocerla il giorno prima. Se viene tagliata da fredda avrete anche l'effetto fetta perfetta!
Per le verdure: semplicemente carote scottate da ripassare in padella e tocco goloso con le chips di patate, che sono ovviamente velocissime da cucinare. Anche se non trovate quelle viola (vitellotte) sostituitele con quelle a pasta gialla saranno altrettanto buone!
Mettiamoci ai fornelli.

giovedì 12 dicembre 2013

Pensando al menù di Natale: agnolotti di magro con pesto di noci e grana



Come state? tutto bene? a parte le tasse, i giorni di sciopero, il freddo, le preoccupazioni, gli impegni familiari e le liste infinite di cose da ricordare e da fare tassativamente entro il 25?
Storie di straordinario stress metropolitano 
Beh, se vi devo dire la verità io inizio a vacillare. Colpa anche del raffreddore e della tosse che tenta di "rallentare" il passo, ma provo ad ignorarli ... a colpi di tachipirina ... sob ...
Ma torniamo subito al menù di Natale! Dopo l'antipasto caldo con lo sformato di cardo gobbo e fonduta proseguiamo a passo spedito verso il primo piatto.
La pasta fresca ripiena è un un must del pranzo di Natale, e rende ancora più festosa la tavola. Se riuscite potete prepararla voi, il ripieno di magro è veloce da assemblare. Ma se il tempo stringe si può optare per un vassoietto di agnolotti pronti. Basta sorprendere gli ospiti con un buon sughino (pronto in cinque minuti, volete anche voi sedervi a tavola ... giusto?) e il gioco e fatto :-D
L'ispirazione è un mix tra due cucine regionali: la tradizione langarola con gli agnolotti del plin, in versione ricotta e spinaci, con un'incursione in Liguria per il condimento  ispirato al sugo di noci.
Mettiamoci ai fornelli.