mercoledì 3 febbraio 2010

Cantucci con mandorle, nocciole, noci e pistacchi

cantucci con mandorle, nocciole, noci e pistacchi

Gli ultimi 15 sono stati piuttosto convulsi con "fai la valigia, disfa la valigia" tra Piemonte, Lombardia e Valle d'Aosta! Strepitoso per la quantità di cose fatte, persone viste e fiumi di parole tra lavoro, hobby e frivolezze. Come souvenir mi sono portata a casa un bel raffreddore che ha azzerato l'olfatto (la minestra di riso e zucca di questa sera, nonostante fosse condita con il pesto, non aveva nessun sapore!) E nel frattempo qua e là sono stati consegnati e gustati sacchettini di biscotti. Questa volta era il turno dei cantucci che preparati con la ricetta di Anice e Cannella sono stati una piacevole sorpresa da gustare e regalare.

A essere proprio sincera un paio di varianti le ho fatte ... al momento di aggiungere le mandorle, i pistacchi mi hanno strizzato l'occhio ... non vuoi accontentarli!?! E poi nocciole e noci mi hanno detto: e noi siamo figli di un Dio minore!?! Cosa non si farebbe per accontentare un po' tutti. Vi metto tra parentesi i miei appunti :-) Io ho scelto la versione con l'impasto ben montato con il Kitchen Aid, hanno il pregio di essere friabili e proponibili anche senza immersione nel Vin Santo!


Cantucci di Prato di Stefano Spilli dal blog di Anice e Cannella
Ingredienti:
450g. di farina 00
350gr. di zucchero (di canna)
2 uova intere
3 tuorli
1 uovo intero per spennellare i biscotti
1/2 bustina di lievito per dolci
50g. di burro fuso tiepido (50 gr di olio e.v.o.)
scorza grattugiata di un arancia piccola
un pizzico di sale
250g. di mandorle sgusciate, ma non spellate (250 gr tra mandorle, nocciole, pistacchi di Bronte e noci)

Tostare leggermente le mandorle nel forno caldo.
Montare molto bene con le fruste o con lo sbattitore elettrico 2 uova intere e 3 tuorli con lo zucchero, un pizzico di sale, finché non diventano bianche; aromatizzare con la scorza d’arancio grattugiata e aggiungere il burro fuso e tiepido (olio e.v.o a temperatura ambiente).
Continuare a lavorare con le fruste elettriche aggiungendo man mano la farina setacciata precedentemente col lievito. Questa lavorazione da come risultato dei biscotti più friabili e 'fini'
Se li preferite più compatti, rovesciate la farina sulla spianatoia e versateci dentro il composto ma non troppo montato.
Unire le mandorle (e l'altra frutta secca) e, se necessario, bagnando le mani con acqua fredda (non aggiungete farina) perché il composto è appiccicoso, fare 3/4 filoncini larghi ca. 3 dita e spessi 1 e disporli sulla placca del forno ricoperta di carta forno (oppure imburrata e infarinata). Siccome i filoncini cuocendo si allargheranno, potete anche usare l'accorgimento di fare una piega nella carta forno fra un filoncino e l'altro in modo da non correre il rischio che si attacchino fra loro. Spennellarli con l’uovo intero sbattuto e cuocerli in forno caldo a 180°/200° per circa mezz’ora.
Sono cotti quando sono ben dorati e, toccandoli, si sente che i filoncini sono sodi all'interno. Farli raffreddare un po’ (altrimenti è difficile tagliarli perché si spaccano) e tagliarli, magari leggermente di traverso, allo spessore di circa 1.5 cm e ridisporli distesi di fianco sulla placca del forno. Rimetterli in forno a biscottare sui due lati, (perché i cantucci sono veri bis-cotti, perché cotti 2 volte!) a circa 100° per circa 10 minuti, da una parte e l'altra, facendo attenzione a non lasciarli dorare dalla parte del taglio, altrimenti diventano troppo duri.
Anche se questi biscotti DEVONO essere duri, perché sono nati per essere inzuppati nel vino o, meglio ancora, nel Vinsanto o altro passito. Bisogna tenere presente che finché sono caldi la superficie risulta ancora un po’ morbida, ma indurisce rapidamente raffreddandosi.
Una volta freddi si conservano benissimo in scatole di latta.

Vi saluto caramente tutti e spero di rispondere al più presto ma la mancanza di una postazione con collegamento veloce rende difficile leggere e commentare :-)

23 commenti:

Morena ha detto...

ma che belli e bellissima l'idea di variare dalle solite mandorle mettendo i pistacchi, mi viene voglia di provarli!!

Brava!!

Babs ha detto...

ciao twostella! che belli i tuoi cantucci, soprattutto con queste varianti! è sempre un piacere e una scoperta leggerti :-)
un abbraccio

babs

astrofiammante ha detto...

a me il vin santo non piace, quindi presumo che li hai fatti così per accontentarmi vero??? ;-)))) ciao stellina...speriamo in un collegamento migliore ^____^

acquaviva ha detto...

colgo come una scia dolce e nocciolosa ultimamente nei profumi della tua cucina... Fa venir voglia di rifugiarcisi...

marifra79 ha detto...

Ciao cara!Che buona questa versione dei cantucci... fattelo dire... hai fatto benissimo ad accontentare tutti e soprattutto i "non figli minori"!!!Le noci e le nocciole sono tra i miei preferiti!
UN ABBRACCIO

Lo ha detto...

effettivamente se incontri un pistacchio che strizza l'occhio non si può evitare...sono meravigliosi questi cantucci! che bello leggerti così carica :)

Giò ha detto...

qui non mi sono ancora cimentata, am penso che la versione multi frutta secca sia una meraviglia e se non ci spacchiamo i dentini senza vin santo meglio ancora!

manuela e silvia ha detto...

ma quanta frutta secca in questi cantucci! davvero super buoni!!
bacioni

terry ha detto...

ti son venuti benissimo!
io non li ho mai provati!
devo..devo..devo!:)
complimenti!...e ora vai di vin santo!:)))

Alessia ha detto...

Il verde brillante del pistacchio si sposa perfettamente coi marroni dorati della pasta. Ho giusto un sacchetto di pistacchi nella dispensa e potrei usarli per i cantucci...

ciao!
A.

Scribacchini ha detto...

Troppo buoni! E io li assaggiati per davvero ;-)
Mi dispiace molto per il raffreddore.
Spero non sia colpa della (freschissima)fiera.
Un bacione. Kat

Sofy ha detto...

I tuoi cantucci sono davvero belli...sai con cosa sono veramente divini?? col vino cotto!

Aiuolik ha detto...

Giusto ieri ho visto nella dispensa una busta di cantucci e ho pensato "però devo provare a farli in casa la prossima volta!". Ecco, ora ho anche la ricetta, non ho più scuse :-)

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@morena: il verde dei pistacchi ingolosisce all'istante!

@babs: tanto non riesco a replicare una ricetta pari pari, ci devo mettere un pizzico di personalizzazione!

@astrofiammante: sono perfetti anche con un buon tè verde :-)
Baci

@acquaviva: nella vita precedente dovevo essere una nocciola ... è uno degli ingredienti che preferisco!

@marifra79: quante sfumature in un biscotto!

@lo: con quei riflessi verdi non si può che cedere!!! Baci

@giò: io voglio farli al più presto, visto il consenso che hanno suscitato voglio tenerli a disposizione in dispensa :-)

@manuela e silvia: un pieno di energia!

@terry: la ricetta di Paoletta si Anice e cannella è uno spettacolo, i migliori cantucci che io abbia mai assaggiato

@alessia: hai ragione danno un tocco di colore brio in una ricetta classica che piace sempre!

@scribacchini: con il testimonial acquistano due punti in più!!! :-P Per il raffreddore vedo più imputabili le sessioni di lavoro con colleghi ammalati.
Della fiera ho solo ottimi ricordi!!!
Baci e abbracci

@sofy: ecco il vino cotto mi manca, qualche notizia in più?


@aiuolik: incutevano un po' di timore, e invece sono una rivelazione! Baci

Rossa di Sera ha detto...

Stellina, sono semplicemente spettacolari, questi cantucci, e sono decisamente più belli, con quel verde pistacchio!
Ora riguardati, ok?
UN bacio, buon we!

FairySkull ha detto...

che belli e che buoni sono splendidi !! ciao !

Fico e Uva ha detto...

Ma che meraviglia sti cantucci!!! Così ricchi di frutti secchi da risultare golosissimi!!
Bhe cmq c'è una bella preparazione per farli...chissà se un giorno avrò la pazienza necessaria...
Buona domenica!! Ciao Fico&Uva

NADIA ha detto...

Piano, piano ritorno alla luce! E non potevo certo evitare di fare un salto anche in questo giardino di delizie e sublimità luculliane!
Cara twostella, è bello vedere che le tue creazioni continano ad essere fatte con amore e passione!

Nadia - Alte Forchette -

Elisa ha detto...

Mi viene voglia di prenderne uno e sgranocchiarlo solo a vedere la foto!

AMSimo ha detto...

Ciao!
Partecipa anche tu al concorso del mese de LA CUCINA ITALIANA: IL BRASATO!

Per maggiori info:

http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=862&ID=337208&csuserid=2112&ar=

Scade il 10-03-10.

Buon lavoro!

Sabrina Fattorini ha detto...

Ciao,
complimenti per il bellissimo blog... se ti va di vedere il mio:
http//architettandoincucina.blogspot.com
a presto

Valery ha detto...

Ciaooo hai ricevuto un premio...passa a ritirarlo...Valery

Claud ha detto...

Che belli... con i pistacchi non li avevo visti... "stanno" benissimo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...