giovedì 5 agosto 2010

Canterbury: Deeson's British Restaurant

mains: (primo piano) duck served with broad beans and cabbage e
(sullo sfondo) a rib eye steak with button mashrooms and tomato chutney

Canterbury in questi giorni e' gremita di turisti, oltre alla lingua inglese si possono sentire conversazioni in spagnolo, in francese e in italiano... E' capitato involontariamente di ascoltare un signore italiano che si lamentava del caffè lungo e due professoresse inorridite della cena della sera precedente ... Mi chiedo: possibile che nel 2010 si debba per forza cadere nei luoghi comuni che all'estero si può solo mangiare male!?! Sfruttando internet non ci si può organizzare con un minimo evitando di "inciampare" nella ristorazione improvvisata (si possono conoscere orari, menù, prodotti tipici, prezzi, ecc...) Perché anche all'estero non possiamo "scoprire" il localino giusto di cui avere un'ottimo ricordo per qualità dei prodotti e cortesia nel servizio?

Proprio grazie alle recensioni nella rete abbiamo avuto il piacere di cenare da Deeson's British Restaurant in Canterbury che propone alla carta un menù del giorno. Servendo (così recita il cartellone all'esterno) il meglio dei prodotti stagionali britannici. Scegliendo tra gli antipasti, i piatti principali e i dessert si può cenare con tre portate con un budget che va dalle 26 alle 32 sterline circa (bevande escluse). Grande qualità dei prodotti, sapori autentici e ben definiti con la giusta leggerezza. Disponibilità e grande cortesia del personale: ho chiesto un antipasto al 100% vegetariano (non presente in carta) e mi hanno portato una gustosa insalata con verdure miste, invitanti, a partire dalla presentazione.

vanilla cheesecake served with toffee sauce

Per maggiori dettagli vi lascio il link del loro sito che attraverso foto e un video simpatico riporta esattamente le atmosfere del locale.

Deeson's British Restaurant

25 - 26 Sun Street
Canterbury
Kent (Uk)
CT1 2HX

6 commenti:

Alex ha detto...

Hai ragione, bisognerebbe prepararsi meglio ad un viaggio, anche dal punto di vista gastronomico. Noi foodblogger ormai siamo abituati a cercare delle dritte in rete. Quanto mi piace quella monoporzione di cheesecake.

Dida70 ha detto...

sono assolutamente d'accordo con te! ancora oggi c'è l'italiano che va all'estero e pretende di avere il caffè come al bar sotto casa, il piatto di spaghetti o la pizza!!! ma allora portatevi il cibo congelato da casa!!! la rete oggi ti permette davvero di fare delle scelte oculate poi, è ovvio l'imprevisto ci può sempre stare, ma vedo che delle buone recensioni sono sempre una garanzia!!!
bel posto davvero!
baci
dida

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@Alex: deve proprio essere una questione di abitudine... Mentre scrivevo il post mi sono ricordata di quanto mi sono stati utili i tuoi appunti per il viaggio dell'anno scorso :-) Baci

@dida70: :-DDD un vero modo per complicarsi la vita!
Baci

EvaKendall ha detto...

Condivido pienamente il tuo discorso!!io sono a Tolosa e mi capita spesso di incrociare altri italiani che escono da qualche ristorante, indignati per una cotoletta alla milanese o per un piatto di tagliatelle...ma dico,non sarebbe mooolto più logico mangiare secondo la tradizione culinaria locale(peraltro ottima),invece di cercare uno scadente locale turistico per mangiare una scadentissima cotoletta??
Detto ciò...queste foto fanno venire l'acquolina in bocca!! Il cheesecake fa venire la voglia di affondarci il cucchiaino dentro!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@evakendall: benvenuta nel nostro giardino!
Allora non è solo una mia impressione :-)
Il dolce era spettacolare, leggerissimo con una base croccante e profumato al punto giusto dalla inebriente vaniglia!
A presto

Margheritadolcevita ha detto...

Ciao!!Bello il tuo blog, ricette buonissime e foto bellissime! Me lo spulcerò per bene!Complimenti! Ti linko sul mio blog!
Baci,
Sara.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...