lunedì 16 maggio 2011

Gnocchetti alle ortiche e Castelmagno



gnocchetti alle ortiche e Castelmagno


Con l'arrivo della primavera è un vero piacere riscoprire le erbe spontanee che crescono vicino all'orto e nei boschi. Tutti gli anni mi lancio in qualche esperimento per prendere confidenza con qualche "novità" ... ovvero cerco di approfondire la conoscenza di qualche erbetta che arricchisce i nostri prati ma che non immaginavo commestibile.
Mi lascio aiutare dai consigli della mamma e dalle immagini del libro "Erbe spontanee commestibili della provincia di Cuneo".
Con questa ricetta è stato il turno delle ortiche, e le cimette-germogli sono serviti ad arricchire l'impasto dei classici (e buonissimi) gnocchi di patate homemade :-)
Niente di difficile: scottati per un paio di minuti in acqua bollente salata, e fermata la clorofilla in acqua ghiacciata, si riducono a purè e si uniscono all'impasto di patate e farina, ma bando alle ciance e passiamo ai fornelli!
Ah! dimenticavo, la fonduta di Castelmagno è il tocco finale, per ingolosire definitivamente i vostri ospiti :-P

Gnocchetti alle ortiche e Castelmagno
patate 6-8
farina bianca 00 (circa 1/4 rispetto alle patate)
uovo 1
sale marino q.b.
ortiche in purè 4-6 cucchiai
Castelmagno
panna
burro
pepe nero
tartufo nero
foglioline di melissa
Lessare le patate con la buccia, passarle allo schiacciapatate. Lasciare raffreddare, formare la montagnola di patate, preparare la farina e versarla vicino alle patate. Nel centro unire l'uovo alla purè di ortiche e con l'aiuto della forchetta si incorporano agli altri ingredienti poco alla volta regolando con un pizzico di sale.
Ricavare gli gnocchetti. Portare a bollore l'acqua salata per lessarli. In un altro contenitore a bagnomaria fondere il Castelmagno grattugiato, con panna e una noce di burro.
Scolare gli gnocchetti, condirli con la fonduta e finire con pepe, tartufo nero e foglioline di melissa (che assomigliano alle ortiche ma non hanno contro indicazioni!)
Inserisci link


Castelmagno in purezza ...

Con questa ricetta partecipo al concorso di Marilì di Gustoshop in fiore: la primavera

Si possono inoltrare le ricette ispirate alla primavera sino alla mezzanotte di domenica 26 Giugno 2011

18 commenti:

Letiziando ha detto...

Divino tutto l'equilibrato e squisito insieme :)

Marilì di Gustoshop ha detto...

Sublime l'accostamento e che dire della golosa fonduta di Castelmagno... grazie per partecipare con così tanta bontà e bellezza !
A presto
Marilì

nina ha detto...

è una goduria già a leggere il motivetto di ingredienti...e sorrido che anche io oggi andavo di ortica!

un bacio a te
nina

ilcucchiaiodoro ha detto...

Mamma mia quanto mi piacciono questi primi!!! E per il tartufo ho una leggera debolezza....

Fujiko ha detto...

Cara ho cercato di contattarti via mail....è importante....e urgente....:)
Grazie e complimenti!

lucy ha detto...

assolutamente molto buono e decisamente nelle mie corde visto che anche a me piace utilizzare le ortiche e poi che dire del castelmagno?!

franci ha detto...

Non ho mai utilizzato le ortiche, appena le trovo provo questa ricettina molto invitante. Mi piace molto il tuo blog, complimenti. Ora sono una tua sostenitrice! A presto

Stefania ha detto...

Bellissima questa ricetta e il pezzo del tuo castelmagno è delizioso, brava ciao

maetta ha detto...

golosissima questa ricetta!!! anche io mi sono spesso riproposta di usare le ortiche...ma finora non l'ho mai fatto: mi sa che devo proprio rimediare! Dimmi solo bene..si lessano le foglie per un paio di minuti e poi si trasferiscono in una ciotola con acqua ghiacciata?
hrazie, un abbraccio MARA

Tabita ha detto...

Le ortiche sono le uniche erbe spontanee che raccolgo con sicurezza, data la mia inesperienza! Ci faccio sempre un ottimo pesto, ma proverò questi gnocchetti... Sembrano buonissimi!
Ciao!

sonia ha detto...

Urka che buoni! Mi attirano tantissimo poi le ortiche così semplici e così ricche di proprietà salutari per il nostro organismo! da urlo anche il condimento

Cinzia ha detto...

molto belli, mi piace cucinare l'ortica e negli gnocchi nn l'avevo ancora messa. Il castelmagno è un tocco da maestri, brava ;)

Gio ha detto...

un ricetta di gran classe!
confesso mai mangiato il castelmagno, ma la foto fa davvero goloa! :P provvedo quanto prima!

Gaia ha detto...

deliziosi questi gnocchi!

Cleare ha detto...

gnammi gnammi fa proprio gola questo piatto..e devo dire che è prorio tutto il blog che mi piace!! ci vediamo a Sorrento!

Fabiana ha detto...

Vedere un piatto così, con tanto di tartufo e Castelmagno mi ricorda che dalla mia Riviera al tuo Piemonte occorre circa un'ora,forse potrei approfittare dei fine settimana quando tutti si riversano al mare per percorrere la strada in direzione opposta e regalarmi quell'orgia di antipasti e mille bontà che voi sapete mettere in tavola in ogni stagione!!

Un saluto,

Fabi

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@a tutti: grazie! una porzione di gnocchetti virtuale a tutti voi :-D

@maetta: sì, si scottano le tenere "cime" (le foglioline più in alto, quelle più tenere) per un paio di minuti e subito dopo tuffo in acqua fredda e ghiaccio

Blueberry ha detto...

le ortiche mi ricordano l'infanzia, quando andavamo a prenderle in montagna e mia mamma cucinava il risotto...che bontà! da allora non le ho più mangiate quindi puoi immaginare che razzia farei dei tuoi gnocchi!!! :D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...