martedì 26 luglio 2011

Come ti cucino le melanzane


Non posso farne a meno ... la memoria scarseggia e ho bisogno del supporto telematico per appuntare le ricette che voglio provare con il raccolto di melanzane che arrivano direttamente dall'orto!
Essendo sempre di corsa, ammetto, che non sempre mi preoccupo di eliminare un po' di acqua di vegetazione con l'aiuto di un pizzico di sale (togliere l'amaro) ... ma effettivamente se si rispettano i consigli di mamme e nonne si ottengono, dopo la cottura melanzane, molto più morbide e cremose :-) Nel caso del caviale di melanzane questo passaggio avviene dopo la cottura in forno e così mi semplifica la vita

Ecco direttamente dalla rete le "ultime" ricette pubblicate:

1) Milanesa di melanzana alla napolitana di Elena-Comida de mama

2bis) Le melanzane sceme di Petula via Alex di Foto e Fornelli
e via Ciboulette di Un filo di erba cipollina le melanzane (per niente) sceme

3) Millefoglie di melanzane di Giorgia di Le Coin Gourmand

a cui aggiungo:

Caviale di melanzane

melanzane 2
gherigli di noce 10 gr
olio e.v.o. 0,5 dl
aceto di mele 2 cucchiai
paprica dolce o piccante (a piacere)
prezzemolo tritato
sale marino q.b.
pepe nero q.b.
(aglio 1 spicchio facoltativo)
(da Antipasti di L'Enciclopedia della cucina italiana, La biblioteca di Repubblica)

Cuocere le melanzane in forno a 180° per circa 30 minuti, lavandole, lasciandole intere e bucherellando la buccia. Dopo averle lasciate raffreddare, sbucciarle, mettere la polpa in un colino e esercitare pressione per eliminare l'acqua di vegetazione rimasta.
Passare al mixer la polpa delle melanzane, con i gherigli, l'aceto, (l'aglio se piace), sale e pepe e procedere sino ad ottenere un composto omogeneo. Unire in fine l'olio, un pizzico di paprica, e un po' di prezzemolo.
Trasferire la crema in una ciotola, decorare con un goccio d'olio, un pizzico di paprica e prezzemolo. Servire con crudité e pane croccante (o tostato)

8 commenti:

Giorgia ha detto...

ottimo! io avevo pubblicato la crema di melanzane tra i post spariti... ho le foto in archivio e la dovrò ripubblicare. particolare il tuo caviale, mi piace!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@giorgia: allora se riesci a ripubblicarlo, confronterò la ricetta
:-)
c'è sempre da imparare!

astrofiammante ha detto...

è proprio la cottura che ho provato anch'io qualche post fa,era la prima volta che la drenavo da cotta e hai ragione è un passaggio più sbrigativo.....mi segno come l'hai condita tu così ho un'altra alternativa, ciauzzzzzzz

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@astrofiammante: sono andata subito a curiosare :-)
e io mi segno la tua per le variazioni sul tema!
Baci stellari

Batù ha detto...

Che delizia! Leggero ma gustoso. L'ideale per soddisfare il palato e non inciccirsi :-)
Se vi fa piacere ci sarebbe un premio per Voi sul mio blog

sabrinalivia ha detto...

ottimi questo caviale.....posso pubblicare la ricetta sul blog citandoti come fonte?

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@batù: grazie per il gentil pensiero
:-)

@sabrinalivia: ok, e se vuoi provare la ricetta fammi sapere se ti piace il caviale di melanzane :-)

Günther ha detto...

mi paice molto quella aggiunta delle noci e dell'aceto che non ho mai fatto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...