mercoledì 5 ottobre 2011

Ravioli con cuore di fagiolo bianco di Spagna

ravioli con cuore di fagiolo bianco di spagna

Farina e uova ... niente di più. La pasta fresca, di per sé, ha ingredienti semplici, ma per eseguirla a regola d'arte bisogna provare e riprovare per affinare l'esperienza. Errore dopo errore, si acquisisce la giusta manualità per padroneggiare la sfoglia.
Dopo le fettuccine, la seconda lezione è sui ravioli. La sfoglia deve essere appena più sottile rispetto alle lasagne-fettuccine, più rustiche, in modo da sovrapporre i fogli e custodire il ripieno.
Il mio ripieno preferito è quello super classico "al plin"(n.d.r. agnolotti del plin, ovvero del pizzicotto, nome che hanno preso dalla tecnica di chiusura dell'agnolotto dove viene pizzicata la sfoglia) ma nulla vieta di scatenare la fantasia e inventarsi una nuova sorprendente farcitura :-)
Ragionando sulla pasta e fagioli (perfetta per i prossimi freddi!) mi è venuta l'idea di creare un ripieno  morbido e profumato usando pochi pochissimi ingredienti.

A) Sfoglia per ravioli
Ingredienti
farina bianca 00 250 gr
farina di grano duro rimacinato 250 gr
uova fresche biologiche 5
acqua fredda se occorre
olio e.v.o. 2 cucchiai
sale marino integrale fino 1 cucchiaino
Mettere nella planetaria, con il gancio da impasti, le farine, il sale e l'olio e.v.o. e aggiungere le uova una a una. Se le uova fossero piccole, e se l'impasto non raggiunge la giusta elasticità aggiungere un goccio d'acqua. Dopo 5 minuti circa l'impasto si compatta e occorre lasciar riposare il panetto per circa 30 minuti (mettere in un sacchettino di plastica per non lasciar seccare la superficie).
Tagliare a fette e passare, ripiegando a metà, 5-6 volte sul tasto 1; 2 volte sul tasto 3; 2 volte sul tasto 7. Preparare due sfoglie alla volta. Con due cucchiaini posizionare a intervalli regolari il ripieno su una sfoglia (facendo due file). Posizionare una sfoglia sopra l'altra, con i polpastrelli cercare di far aderire senza creare bolle d'aria.

B) Ripieno ai fagioli bianchi di Spagna
Ingredienti
fagioli bianchi di Spagna
olio e.v.o
sale marino fino
pepe nero
foglioline di salvia fresca
Ammollare i fagioli per 12 ore e lessarli in acqua salata (io aggiungo con un pezzettino di alga kombu) per 1 ora e mezza circa. Spegnere il fuoco e sgocciolarli quando l'acqua è raffreddata. In un contenitore mettere i fagioli insaporendoli con sale e pepe, e foglioline di salvia fresca e irrorare con abbondante olio d'oliva extra vergine. Lasciare marinare per 12 o 24 ore per aumentare l'aromaticità (vedi qui i fagioli in marinatura). 
Passare i fagioli, l'olio e la salvia al passaverdure per eliminare la pellicina esterna e utilizzare la purè, molto compatta, per farcire i ravioli.

A + B e sugo! Lessare i ravioli dal cuore di fagiolo bianco di Spagna in abbondante acqua salata e condire con una passata di pomodoro, ben ristretta, aromatizzata con un trito di basilico fresco (procedimento della passata qui) e un giro d'olio e.v.o. a crudo.

Mentre vi gustate i ravioli, godetevi la favola di Jack e la pianta di fagioli :-)

16 commenti:

Emanuela - Pane, burro e alici ha detto...

Io adoro i ravioli in genere, quindi questi non me li lascio sfuggire! A presto!

Loredana ha detto...

Bella ricetta ed eseguita da scuola di cucina, ma a cosa serve l'alga nella cottura dei fagioli???
ciao loredana

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@loredana: mi hanno consigliato l'aggiunta di un pezzetto dell'alga kombu per aumentare la digeribilità dei legumi.
buona serata!

Nani e Lolly ha detto...

Buoni i ravioli, questo ripieno mi mancava!

meandfrankieavalon ha detto...

Maddai?? Sia per il ripieno di fagioli che per l'alga in cottura! Quante cose mi hai insegnato in un post solo!

Lydia ha detto...

Io invidio non sai quanto chi ha dimestichezza e pratica con mattarello, sfoglia e pasta fresca.
Vorrei tanto che qualcuno si mettesse accanto a me, mi insegnasse con pazienza e mi spiegasse i trucchi, anzi mi basterebbe anche solo guardare

lucy ha detto...

molto interessnate il ripieno.mi hai fatto venire voglia di rimettere le mani in pasta e tirare fuori il mattarellone...adesso che iniziano le giornate fresche è una vera valvola di sfogo

Vevi ha detto...

sembra un quadro! Bellissima presentazione, ripieno stuzzicante.. ;)

Vevi :)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Il buono sta nelle ricette semplici realizzate a regola d'arte e questi ravioli sono perfetti e saporitissimi!!baci,imma

Stefania ha detto...

Sono bellissimi questa pietanza ha un colore bellissimo, ciao

Benedetta Marchi ha detto...

Oddio fantastica questa storia dell'alga! Non la conoscevo per nulla! da aggiungere alla lista dei miei piccoli accorgimenti culinari ;) ricetta stupenda ovviamente! un abbraccio

Ciboulette ha detto...

un bellissimo colpo d'occhio!

Arianna ha detto...

Buonissima idea!!!!!

Fico e Uva ha detto...

Bello bello tutto in questo post!!!
Adesso con Vicky l'Uvetta ci guardiamo la favola... grazie :-))
Un bacione

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@tutti: grazie :-)

@lydia: quando abbiamo la fortuna di vedere qualcuno che con esperienza "mette le mani in pasta" anche io osservo avidamente ogni gesto. E' il modo più pratico e veloce per apprendere :-)))

@fico e uva: :-) l'idea di Vicky che ascolta le favole è un'immagine che mi de

Francesca ha detto...

M'ispirano tantissimo!!!!!! grande come al solito!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...