domenica 20 novembre 2016

Gnocchetti di patate, nocciola Tonda Gentile e tartufo nero #ilboscoincucinacontest



L'autunno nelle Langhe ha un fascino unico: i filari nelle vigne, spogliati dei grappoli, offrono uno spettacolo multicolore grazie alle foglie che cambiano volto, spaziando dal giallo, all'arancio, al rosso. Le nebbie malinconiche avvolgono le colline, sfumano i contorni e invitano a riunirsi intorno ad un tavolo per gustare il meglio che offre la natura. Il re della tavola in questo periodo è il Tartufo Bianco valorizzato con l'appuntamento fisso annuale della Fiera Internazionale che coinvolge la città di Alba e i tanti turisti che arrivano da ogni parte del mondo. Le nocciole, varietà tonda gentile (trilobata), danno il meglio, appena raccolte nell'estate e leggermente tostate sono così buone che mi piace impiegarle sia nei piatti dolci sia nei piatti salati. Nocciole e tartufo (qui nero ma si sposa perfettamente anche con quello bianco) rendono unico il primo piatto che ritrae l'autunno di Langa e valorizza due ingredienti che sanno di bosco. Abbondate!!! per trovare nocciole tostate e tartufo ad ogni boccone. Esperienza unica :-)
Queste sono le scene in cui ho immaginato il fumante piatto di gnocchetti da dedicare a Betulla e alla sua raccolta.
Mettiamoci ai fornelli!

Gnocchetti di patate, crema di zucca, cardo al latte e tartufo
ingredienti
600 g di gnocchetti di patate (gluten free qui)
100 gr di zucca cotta (o al forno o stufata)
100 ml di panna fresca
2 cucchiai di besciamella (gluten free)
150 g di formaggio Bra duro
2 coste di cardo gobbo di Nizza
un bicchiere di latte intero
una manciata di nocciole tonda gentile tostate
tartufo nero o bianco
olio evo, sale marino e pepe nero
una noce di burro
preparazione
Lessare il cardo pulito, tagliato a pezzi e privato dei filamenti in acqua salata. Quando risulta tenero, scolarlo e rimetterlo nel tegame con una noce di burro e il latte. Cuocere sino a quando il latte non si sarà addensato.
Passare la zucca al setaccio. Condire con sale, pepe e 50 ml della panna fresca. Tenere in caldo.
In un altro tegame unire la besciamella con la restante panna. Scaldare e unire il formaggio grattugiato. Con l'aiuto di una frusta, lasciare fondere il formaggio. Regolare di sale e pepe.
Lessare gli gnocchetti in acqua bollente salata. Non appena salgono a galla scolarli e condirli con olio e.v.o. e tartufo nero.
Nel piatto mettere la crema di zucca a specchio, sistemare gli gnocchetti. Con un cucchiaio aggiungere qualche goccia di fonduta. Finire con qualche tocchetto di cardo al latte e le nocciole tostate tagliate a metà. Per decorare qualche petalo di fiore e qualche fogliolina.
Servire ben caldo.
Se volete impiegare il tartufo bianco sarà sufficiente "grattarlo" giusto prima di gustarlo :-) solo quello nero ha necessità di un po' di calore in più per esprimersi!


Vi lascio anche uno scatto con lo sfondo delle vigne delle Langhe perfetta per partecipare a #ilboscoincucinacontest dell'amica Betulla : Il Bosco in Cucina !


10 commenti:

Betulla ha detto...

Mia cara Elena: grazie per questo piatto profumato d'autunno e di Langhe. Amo tantissimo quelle stesse colline di filari che si intravedono dietro al tuo piatto e ti faccio i miei più sinceri complimenti per essere riuscita a trasformarle in un concerto di sapori!Bravissima!

Elena Bruno ha detto...

Grazie a te, per il tuo contest che mi ha fatto giocare con consistenze e sapori d'autunno
Ho trovato dei volontari che hanno degustato volentieri :-D buona serata!!!

Carla ha detto...

Ciao Elena!

Che piatto stupendo! ben curato sia nella preparazioen che nell'impiattamento :-)

Le langhe che terra preziosa e piena di profumi.

Verrò un gorno a visitarla!

buona serata ;-)

Manu ha detto...

Che delizia e che tripudio di colori questo piatto!
Un abbraccio

Elena Bruno ha detto...

Ciao Carla! Che piacere trovare un tuo messaggio
Grazie per essere passata di qui, le Langhe ti aspettano :-)

Elena Bruno ha detto...

Grazie Manu, buona serata!

lucy ha detto...

semplicemente uno spettacolo! davvero molto invitante e gradito!

giulia pignatelli ha detto...

Buono e bello questo piatto Elena! Gnocchi e zucca non sono un abbinamento nuovo, ma l'aggiunta dei cardi fa la differenza ;)

Elena Bruno ha detto...

Grazie Lucy, è un primo piatto effetto confort food :-)

Elena Bruno ha detto...

Grazie Giulia, hai ragione i cardi al latte danno una marcia in più alla cremosità della fonduta e alla dolcezza della zucca
Sono gnocchetti fortunati ... :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...