domenica 19 settembre 2010

Yogurt dolce al vapore

bhupa doi: yogurt dolce al vapore

Che bello ritrovare un attimo per aggiornare il blog!!! Prima di iniziare a scrivere però vorrei salutare e ringraziare tutti coloro che sono passati quest'estate e anche chi ha ulteriormente contribuito alla raccolta di ricette :-)

L'anno scorso facendo una ricerca in rete sulla cucina indiana mi sono imbattuta in una graziosa dispensa con ricette particolarmente interessanti che rendono omaggio alla complessità dell'India. Per evitare di perdere il link mi ero anche stampata le pagine ... che sono andate a rimpinguare il ricco elenco della lista delle cose da provare ... sino a ieri :-D
Ho iniziato a provare le ricette dal fondo ovvero sono partita dal dessert bhupa doi o meglio yogurt dolce al vapore.
Vi riporto (copiandola pari pari) la ricetta proposta dallo chef Atul Kochhar e dopo aver degustato il fresco dessert, in uno scampolo di bel tempo ancora estivo, voglio sbirciare le vostre ultime novità :-)
Bando alle ciance mettiamoci ai fornelli!

4 porzioni

200 ml di latte condensato

200 ml di yogurt naturale denso o yogurt greco

10 g di pistacchi a scaglie

10 g di uva passa (fatta rinvenire in acqua tiepida)

1 pizzico di cardamomo in polvere


Miscelate gli ingredienti con una frusta e adagiate il composto negli stampini foderati con carta da forno, aiutandovi con un cucchiaio. Collocate gli stampini su una teglia da forno che riempirete per metà con acqua calda. Preriscaldate il forno a 150°C e fate cuocere a bagno maria per 40-50 minuti.

Servite i dessert ben freddi, presentandoli con bacche estive e granita alla fragola.



34 commenti:

Sayuri ha detto...

Wow...mi ispira un sacco! La carta forno e' indispensabile?va bene se si usa uno stampo unico di metallo? Grazie...:P

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Io essendo eternamente di corsa li ho fatti cuocere in quattro stampini di alluminio e uno nel barattolino che vedi.
Ma se dovrò servilo in occasioni formali userò la carta forno dovrebbe semplificare l'estrazione del dessert evitando di rovinare le pareti con il coltellino. Anche la prova dello stampo unico è una bella idea, ma essendo la prima volta con questa ricetta non posso darti prove in merito :-)
Buona domenica

Chiara ha detto...

che ricetta originale, complimenti ! me la segno per farla presto...Buona domenica!

Ely ha detto...

caspita!!!! questa ricetta è assolutamente da provare! meravigliosa! ciao Ely

la Susina ha detto...

ma ciaooooooooo!! ^^

Giulia ha detto...

Secondo me il dessert è più bello nei barattolini, come hai fatto tu! Negli stampini perderebbe un pò di fascono, credo..
Un abbraccio

stefania ha detto...

Una buona ricetta :)

Fiordilatte ha detto...

di una semplicità disarmante che mi ha conquistata subito! devo segnare sulla lista della spesa lo yogurt greco :)

Oxana ha detto...

Eccoti qui, bentornata!! Bel dessert, ha raggione Giulia: più bello nelle barattolini:))
Un bacione

fiOrdivanilla ha detto...

hey ecccoti!! :)

... solo leggere Latte Condensato a me, personalmente, viene l'acquolina. nso se "latte condensato" richiama la stessa immagine anche ad altre persone, ma a me viene in mente quel tubetto della Nestlè che io aprivo e appoggiavo sulla lingua, schiacciando e mangiandolo direttamente così! Altro che sul pane o altre cose elaborate.. ahahahahha molto semplicista et purista :P
A parte questo..
A leggere gli ingredienti, questo mix di consistenze e sapori mi piace parecchio, per non parlare dei pistacchi che li trovo azzeccatissimi. poi la cottura a vapore di questo dolce, non so perché, ma sa proprio di 'dolce indiano'.

Foto stupenda, ma cosa te lo dico a fare ;)

p.s. la parola di verifica qui sotto è "hipasem". Anche questa sembra quasi di origine indiana O_o

bacioni:)
Manu

Lacrima ha detto...

che interessante e! la provero di sicuro. complimenti :)

viola ha detto...

Ciao, ne ho fatta tempo fa una versione simile ma senza latte condensato.
Voglio assolutamente provare anche questa.
Bellissima la presentazione. Complimenti.
Un abbraccio e a presto

Lievito e Spine ha detto...

Davvero bello questo dessert! Brava!! E voto anch'io per la cottura in barattolino!!
Eva

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@chiara e @ely: grazie! e buona serata

@la susina: carissima! ben ritrovata :-) Baci

@giulia: e poi il barattolino è pratico per il servizio :-)

@stefania: grazie!

@fiordilatte: anche io devo rifornirmi ... mi sono già venute in mente delle varianti :-)

@oxana: grazie! e ben trovata
baci

@fiordivanilla: io non ho assolutamente esperienza sui dolci indiani ma questo mi è piaciuto molto :-)
Il latte condensato nel tubetto mi ricorda mia nonna lo usava per correggere il caffè al volo!
Bacioni

@lacrima: grazie e buona serata!

@viola: e l'hai pubblicata? vengo a curiosare :-)

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@lievito e spine: benvenuta nel mio giardino!
Approvata la pratica soluzione in barattolo :-D

Luca and Sabrina ha detto...

Quanto ci ispira questo dessert, siamo tentati di provare a farlo anche noi, lo yogurt greco che adoriamo ci sembra perfetto, ma è proprio la ricetta nella sua totalità ad affascinarci!
Buona settimana
Sabrina&Luca

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@luca and sabrina: l'aspetto è primo biglietto da visita di una ricetta :-)
Buona settimana anche a voi

( parentesiculinaria ) ha detto...

Che piacere rileggere la capobranco dei food-blogger piemontesi! :D
Interessantissima preparazione a me ancora sconosciuta... mi intirga!

Lilly ha detto...

Interesantissimo!Devo assolutamente provarlo!

maetta ha detto...

Ciao carissima!!! non mi posti nulla col pomodoro?
dai che scade domani......hai ancora tempo!!! un abbraccio MARA

madama bavareisa ha detto...

ehilà bentornata, e che bella ricetta, semplice ma di sicuro effetto... ho un sacco di vasetti in vetro che uso per la yogurtiera, mi piace l'idea del contenitore trasparente!

Gunther ha detto...

è un piacere avere tue nuove e che ricetta niente male

Gio ha detto...

Ciao e ben tornata!
davvero interessante la ricetta indiana ed anche la presentazione in barattolo, complimenti!
Gio
http://symposionfoodies.blogspot.com/

unastanzatuttaperte ha detto...

lascio qui un segno di me (forse inopportuno), arrivata troppo tardi per l'afternoon tea award...
volevo però farti i miei complimenti.
a presto

Aiuolik ha detto...

Allora non ero io che non passavo da tanto, eri tu a non postare da un bel po' :-) Mi prendo una cucchiaiata di yogurt e ti saluto! Ciaoooo

Anonimo ha detto...

Buongiorno e bentrovata, sono un assidua lettrice del tuo blog. Avrei bisogno di qualche suggerimento, da tempo vorrei fare una due giorni nelle langhe, hai qualche suggerimento da darmi, qualche luogo-trattoria-cantina, assolutamente da non perdere?
Grazie per tutte le informazioni che vorrai darmi.
Emiliana

Francesca ha detto...

Molto particolare questo dolce.... grazie!!
Franci

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@(parentesi culinaria): :-) con l'inizio dell'autunno si riprendono i ritmi normali

@lilli: grazie :-)

@maetta: mi dispiace ma non riesco a mettermi ai fornelli ... sigh

@madamabavareisa: e io sono ancora tentata dalla tua frolla montata per spara biscotti :-)

@gunther: grazie!

@gio: benvenuta nel mio giardino!

@unastanzatuttaperte: anzi!!! sono proprio contenta che a distanza ci sia qualcuno che passi a curiosare :-)

@aoulik: carissima! andiamo verso l'autunno e ci saranno sicuramente più occasioni :-) Baci

@emiliana: benvenuta nel mio giardino! Discorso complesso :-) soprattutto perchè non ci conosciamo e mi risulta difficile darti un suggerimento personalizzato
Ti lascio qualche link per curiosare, se individui qualcosa che ti piace posso darti qualche informazione in più
Inizia la Fiera del tartufo bianco ad Alba
http://www.fieradeltartufo.org/
Nelle Langhe trovi paesi che adoro come Monforte, Barolo, Barbaresco, Neive, ecc
http://www.langheroero.it/
http://www.turismodoc.it/index.cfm

@francesca: grazie!

Buona serata

Uvetta ha detto...

eh brava Twostellina, un grande rientro! bentornata e grazie per quest'altra prelibatezza da provare!
baci

astrofiammante ha detto...

mi riaffaccio sul giardino e trovo un magnifico fiore da piluccare al cucchiaio, bentornata nella blogosfera, ciauzzzzzzz

ilcucchiaiodoro ha detto...

Che bello questo dessert,oltre alla presentazione e la cottura in vasetto mi sembra davvero molto buono,dolce e poi non so perchè ma mi sembra che abbia la scioglievolezza di una mousse,chissà...
Complimenti!!! Non ho mai provato a fare un dolce Indiano ma la cosa mi stuzzica molto,grazie!
Donatella

lucy ha detto...

veramente una ricetta molto interessante e assolutamente da provare, mi ispira molto!

Anonimo ha detto...

Buongiorno,
grazie mille per la tua solerte risposta. In realtà è quasi un anno che entro nel tuo blog per curiosare e prendere spunto. Sapevo che stava cominciando la fiera del tartufo e i paesi che mi hai nominato sono proprio quelli che avevo intenzione di visitare per un itinerario enogastronomico. Sono al terzo anno di enologia e ho appena trascorso tre settimana per un tirocinio nel chianti. Ma nelle langhe non sono mai stata, per cui vorrei rimediare a questa lacuna al più presto. Ti chiedevo, considerando che dai post che leggo (v. Canterbury) siamo sulla stessa lunghezza d'onda, se in quelle zone puoi consigliarmi una osteria-trattoria speciale. una cantina poco conosciuta ma che lavora bene (che non sia il solito stellato che trovo sulle guide) o un posto ospitale dove dormire. Scusa se chiedo tutte queste informazioni, ma come gourmet puoi capirmi, è così avvilente sbagliare un ristorante. Grazie mille e naturalmente a buon rendere, se dovessi fare una visita ai colli piacentini o nel napoletano non esitare a chiedere info: emilianacarotenuto@gmail.com
Emiliana

terry ha detto...

Ma che ricettina interessante...grazie anche del link al pdf con le ricettine!!!
sto yogurt cotto ocsì mi ispira proprio!
bacioni!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...