giovedì 28 aprile 2011

Battuta di fassone e ovetto di quaglia


battuta di fassone, ovetto di quaglia e melissa

La carne cruda all'Albese è indubbiamente un grande classico della tradizione delle Langhe che si ripropone volentieri soprattutto nel momento della festa ... vedi pranzo di Pasqua :-).
Io preferisco la versione tritata, e per proporne una variante si può optare per quella battuta al coltello (il macellaio si arma di santa pazienza e la trita con un affilato coltello). Per condire non si può prescindere da olio extra vergine (delicato e fruttato), succo di limone, sale marino e pepe nero.
Poi in un guizzo di fantasia pasquale, per questa volta si è trasformato in un nido per contenere un ovetto di quaglia con l'aggiunta di "finta paglia" di parmigiano grattugiato.
E volete anche sapere come abbiamo ottenuto i riccioli dorati?
Curiosi!
Profumata scorza di limone ...
e le foglioline?
Riuscite a riconoscerle?
Aggiormamento
Sono tenere foglioline di melissa erba aromatica con delicate note agrumate che ho scoperto negli ultimi anni e ora viene utilizzata spesso e volentieri per aromatizzare insalate miste (ad esempio mix di cereali, legumi e ortaggi) oppure è impiegata per preparare il pesto di melissa che ho inventato per condire il pesce.

Con questa ricetta partecipo a Cucinando con le erbe aromatiche


20 commenti:

Luca and Sabrina ha detto...

Senza dubbio buonissima, ma ora mi è proibita, in compenso ho lasciato che Luca si rifacesse gli occhi!
Bacioni da Sabrina&Luca

Anastasia ha detto...

Elena bravissima come sempre! Splendida presentazione per uno dei miei antipasti piemontesi preferiti! Anche io ho usato le uova di quaglia per un mio antipasto di Pasqua, ma i nidi erano di patate! Spero tu abbia trascorso delle feste in serenità! Un abbraccio a presto! Any ^____^

lucy ha detto...

qui si gioca in casa!!dabuona piemontese ti dico ottimo e bellissimo!!!

Giorgia ha detto...

ortiche? io purtroppo non sono un'amante della carne cruda. a meno che non sia tritata finissima... diciamo che sono una piemontese un po' atipica... però la tua presentazione è davvero stuzzicante. proprio bella!

Claudia ha detto...

Non sono molto amate della carne e ancorameno della carne cruda ma questa ricetta è presentata talemnte bene che mi ha fatto venire l'acquolina in bocca!!!

Gio ha detto...

ottima la tartare!
le foglioline sono menta?
buon we

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Sono tenere foglioline di melissa, erba aromatica dalle note agrumate che ho scoperto negli ultimi anni e ora uso in abbondanza in primavera!

merendasinoira ha detto...

bella vrsione, sicuramente a molti piace di più con l'ovetto così che non col tradizionale tuorlo crudo! :-)

Letiziando ha detto...

Un sontuoso trono per il "Signor ovetto" che fiero mette in mostra tutta la sua innata perfezione. Eccelsa messa in scena e ovvimanete tanti in bocca al lupo per il contest :)

Ely ha detto...

che bellezza questo piatto nella sua semplicità deve essere prelibato!

Alessia ha detto...

fantastico tutto..

Fico e Uva ha detto...

Un antipasto che amo molto....buono l'accostamento con la melissa!!

Marilì di Gustoshop ha detto...

Ciao Twostella, la carne all'albese è una delle mie "fisse" da quando lì'assaggiai tanto tempo fa, ti dico solo che in una delle mie ultime puntate nelle Langhe, mi sono comprata la carne di fassone in un macellaio a Canale e me la sono portata a casa 600 km più giù per farmi la battuta da sola la sera !!! L'idea del nido e dell'uovo, che dire, geniale...

A proposito di Canale, il nostro amico Davide Palluda fa parte della giuria del mio concorso sulla primavera, vieni a trovarmi ? Ci conto eh ?

Ciao
Marilì

Damiana ha detto...

Una vera prelibatezza nella sua semplicità!!I protagonisti sono degli ingredienti eccellenti,complimenti anche per il pesto alla melissa,una vera novità!!
A presto!

Stefania ha detto...

Una bella presentazione brava come sempre ciao

Gunther ha detto...

mi piace sia per la composizione che per il tocco della melissa

Milen@ ha detto...

Ho qualche difficoltà con la carne cruda, ma le info sulla melissa (e l'idea del pesto) mi aggradano :D

sara b ha detto...

la tartare è il sistema migliore per esaltare la carne più buona. mai provata con la melissa, che conosco bene... un abbraccio!

Ivana - LaCucinaAccanto ha detto...

Mi piace molto la tua presentazione.
Mi incuriosisce il pesto di melissa perchè è un'erba che cresce abbondantemente nel mio orticello ma che so utilizzare poco.
Se vuoi partecipa alla nostra festa di condominio inviando ricette nuove o già pubblicate a http://lacucinaaccanto.blogspot.com/2011/05/buffet-in-giardino-la-nostra-prima.html
Ti segnalo anche un’altra raccolta organizzata da Elisa la nostra “amministratrice”
http://massaiacanterina.blogspot.com/2011/05/mai-dire-basta-una-raccolta-che-finisce.html
La tua partecipazione sarà molto gradita
Grazie
Buona serata

Anonimo ha detto...

Il tuo é il più bel blog di cucina che io abbia mai visto nella mia vita...lo so che farti i complimenti è riduttivo ma............COMPLIMENTISSIMI!!!!!!!!!!Brava Brava Brava. Teresa

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...