lunedì 9 aprile 2012

Coq au vin: cucina francese imparando da Julia Child

Coq au vin e patatine al rosmarino

Siamo ufficialmente ripiombati in inverno ... mi stavo abituando alle meravigliose temperature dell'altro week end... E invece un freddo venticello mi ha fatto passare tutte le fantasie di fare Pasquetta all'aperto!
Visto che l'umidità e il freschetto suggeriscono di riaccendere il forno vi parlo della ricetta adatta a queste temperature :-)
Il coq au vin è un piatto della cucina francese. Per imparare il procedimento ho letto passo passo le istruzioni di Julia Child dal suo famoso libro "Mastering the art of French Cooking"(è un manuale perfetto, e mi piace molto il metodo per spiegare i passaggi della ricetta, anche se occorre legger in inglese!). Julia sicuramente è stata una donna eccezionale, per temperamento e per bravura,  che ho "conosciuto meglio" attraverso la narrazione del delizioso film del 2009 con una straordinaria Meryl Streep! Il suo libro ci tiene compagnia nella cucina del giardino e di tanto in tanto si sperimenta :-)

Però mi sono presa la licenza di personalizzare la ricetta: non sono riuscita ad utilizzare tutta la dose dei condimenti della ricetta classica e ho "modernizzato" questo delizioso pollo senza perderne l'aromaticità.

Coq au vin (ispirato da Julia Child)

pollo ruspante 1
pancetta coppata affettata un etto
vino rosso una bottiglia
cipolline di Ivrea cotte al cartoccio al forno
funghi champignon trifolati (olio evo, sale, pepe, prezzemolo)
cipollotti novelli 2
brodo vegetale 1 tazza
foglie di alloro 2
timo fresco qualche rametto
brandy un bicchierino
farina un cucchiaio
sale marino
pepe nero
Lavare, pulire e fiammeggiare il pollo. Tagliarlo a pezzi togliendo il grasso in eccesso.
Accendere il forno a 180°.
In un tegame antiaderente a fuoco vivo rosolare i pezzi di pollo precedentemente salati e pepati. Procedere con pochi pezzi alla volta, ottenendo una bella rosolatura. Sgocciolarli dall'unto in eccesso appoggiandoli su carta assorbente da cucina.
Sempre nel tegame antiaderente, pulito e asciutto, rosolare la pancetta coppata a piccoli pezzettini e asciugarla su carta da cucina
Sistemare i pezzi di pollo in una teglia adatta al forno e scaldarla bene, rovesciare il brandy e flambare.  Aggiungere l'alloro, i cipollotti, il timo, la pancetta, coprire con il vino e il brodo e cuocere per circa un'ora e mezza in forno. Controllare la cottura, sgocciolare il pollo filtrare il fondo di cottura e addensarlo, scaldandolo sul gas, unendo la farina diluita in poca acqua fredda. Unire il pollo, i funghetti e le cipolline. Rimettere di nuovo in forno mezz'oretta.
Servire ben caldo.

Le patatine sono state sbollentate, messe in una teglia con un goccio d'olio evo e rosmarino fresco tritato e cotte in forne per circa 40 minuti.

Buon appetito o come direbbe Julia: Bon appétit!

14 commenti:

Letiziando ha detto...

L'immagine parla da sola...gnam gnam :-)

Buona Pasquetta

Simo ha detto...

splendido piatto, ricetta meravigliosa che sinceramente vorrei fare anche io da un bel pò...
Buonissima serata!

Satsuki ha detto...

Questa ricetta è semplicemente divina *O*! Julia è sempre una garanzia, non a caso da un po' penso di acquistare il suo splendido manuale ^_^!

lucy ha detto...

le coq au vin l'ho fatto a natale eed ho utilizzato la ricetta di Paul Bocuse.questo e'decisamente piu'legeero perche'lui utilizza molto burro e il fondo bruno.voglio provarla!

Zonzo Lando ha detto...

Wow ma è fantastica questa ricetta e quelle patate ti sono venute benissimo! Te ne ruberei subito una :-)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

anche qui il tempo nn è stato cosi clemente quindi un piatto bello ricco e saporito cio sarebbe stato benissimo....questo è uno dei miei preferiti!!baci,Imma

pane&marmellata ha detto...

ho fatto il coq au vin per Pasqua e mi è piaciuto tantissimo!!!! anch'io ho letto la ricetta di julia Child e anch'io l'ho modificata un po'!!!! comunque è venuto davvero fantastico!!!!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Grazie a tutte :-)
un caro saluto!

maria ha detto...

Ma che meraviglioso blog, complimenti!!

Gio ha detto...

molto buono il coq au vin
sul libro sono molto combattuto non so se lo comprerò mai...
buona serata

Lo ha detto...

eh si...fa freddino ...io ho messo su un bel maglione di lana e impastato a non finire...immagino solo la bellezza di questo libro che dici...anche io ero rimasta colpita dal film :)

sandra ha detto...

Mi sovviene un sentimento di invidia quando vedo i tuoi esperimenti.... io "sbavo" per la buoef bourguignone di Juli Child, prima o poi mi deciderò a farla....
buonanotte

Terry ha detto...

Un libro unico che ha lasciato il segno e che con il glm ha ritrovato la giusta scena!.... Ottimo classico francese... Ben riuscito... E chissà che buono!!!

annajennifer ha detto...

ciao. l'ho visto da poco questo film e devo dire che mi ha incuriosita un sacco...sicuramente da provare una delle ricette di Julia Child!! poi con quella fantastica foto :)!!
un bacio
Anna

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...