lunedì 16 aprile 2012

Paris, I macarons Ladurée


Dopo la Parigi in bianco e nero, passiamo al tecnicolor ...
Niente da fare, mi sono fatta incantare dai gusti e dai colori dei macarons ... mi ero ripromessa di non cedere a Parigi alla tentazione "modaiola" è invece ci sono cascata con tutte le scarpe!
E non é bastata la tentazione golosa, li ho anche fotografati perché la loro perfezione mi ha stregato. Secondo me ... la casetta di marzapane di Hänsel e Gretel era piena di colorati e fragranti macarons! :-P
Se avete qualche problema di "visualizzazione" dell'incanto potete sbirciare Le Rêve Ladurée.
E procedo anche con una confessione: nonostante la mia passione per la cucina-la pasticceria questa volta non so se ho voglia di riprodurli. Il pizzico di mistero non guasta :-)
Lamponi, fragole, ciliegie, cioccolato al latte, caffè, vaniglia, limone, caramello al fiore di sale, pistacchio ... da quale iniziale!?! Ci sono i gusti classici e i gusti stagionali su cui spaziare.


Gli ingredienti? Farina di mandorle, zucchero albume e poi un pizzico di colorata magia.
Un bigliettino all'interno della scatola (raffinatissima!) spiega che il cugino di Louis Ernest Ladurée, ovvero Pierre Desfontaines, ebbe l'idea di unire due gusci di macarons con una gustosa ganache. Il dolcetto croccante all'esterno e fondente all'interno viene preparato ogni giorno e deve essere consumato nei tre giorni successivi avendo cura di conservarli in frigo. Si lasciano a temperatura ambiente per 15-20 minuti e sono pronti per essere gustati.

Passione fugace!

Io li ho trovati perfetti accompagnati da un buon espresso. Ma non sarebbero male tra i piccoli pasticcini per un afternoon tea all'inglese (mi piacciono le contaminazioni!)
Menzione speciale per i gusti Incroyable Guimauve Amande e Incroyable Almond Mashmallow!

13 commenti:

astrofiammante ha detto...

come si fa a resistere e non caderci scarpe comprese...
a dir il vero credo di non averli mai mangiati, ma mi incanto quando li vedo tutti colorati come dei grossi bottoni nelle loro scatoline.......... e capisco la tua caduta ^_______^

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@astrofiammante: hanno un non so che di fatato ... E i gusti incroyable sono veramente un spettacolo :-)
Ps: adesso quando guardo le ali degli aerei dal finestrino penso alla tua foto del nickname!

Paola Caratto ha detto...

che belli... niente, prima o poi devo decidermi a farli! ;)

Simo ha detto...

che piccole chicche...io li adoro!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Mamma mia sono proprio una visione...io ho provato e riprovato ma belli cosi mi sa che è proprio un miraggio!baci,Imma

valentina-cucinaecantina ha detto...

è una di quelle ricette che mi spaventa, mi sembra impossibile per me che non riesco mai a seguire alla lettera una ricetta, riuscire nell'impresa di prepararli. Ho letto e riletto, ho visto video, ma ho troppa paura di fare un buco nell'acqua, inoltre non saprei proprio dove trovare la farina di mandorle!! mi sarà che per me rimarranno una chimera, però a Londra ho comprato una scatolina da Ladurée e li ho mangiati con una tazza fumante di the bianco con frutti di bosco. é stata un esperienza meravigliosa!

Monica - Un biscotto al giorno ha detto...

belli come quelli di Laduree è impossibile! Sono straordinari... poi serviti belli freddi!

marifra79 ha detto...

Sei riuscita a lasciarmi senza parole... ma che meraviglia! Prima o poi devo provare a farli anch'io!!! Un abbraccio

Gio ha detto...

ne mangerei uno per ogni colore!
troppo esagerato? :D

pips ha detto...

Io continuo a sognare tante cose... i quartieri di Parigi, la "passione fugace" come hai detto tu di un macaron portato in un sacchettino, segretamente, sino alla Senna, e mangiato lì in due morsi, giusto per vedere cosa c'è dentro, giusto per vedere tutte quelle crepe, dopo aver aspettato (im)pazientemente...

Lo ha detto...

siiiiiiiiiii...quando vado in francia ...mi cerco i macarons...una volta una sola volta...ma li proviamo sempre....è una cosa che si può mangiare solo lì :)

Claudia ha detto...

Che bella Parigi...ci sono stata quest'estate...ma ci tornerei solo per mangiare i macarons e tutti quei fdolcetti golosi che ci sono nelle super pasticcerie chic ed eleganti di Parigi!

Costanza Saglio ha detto...

sono appena tornata da Parigi e anch'io avevo una reticenza che è stata scalfita dal sapore delizioso dei macarons originali parigini!! I migliori che ho provato per ora però sono quelli ai frutti rossi di L'atelier des gateaux - una sala da tè strepitosa che consiglio a tutti! Trovi tutte le info sul mio blog! Complimenti per il tuo è bellissimo!!

___
http://thetraveleater.com