lunedì 2 aprile 2012

Riso Roma e germogli di luppolo


Come si può vivere senza connessione internet-adsl? Come si poteva vivere quando non si possedeva un cellulare? Ebbene sì, nell'ultima settimana ho provato l'ebbrezza di entrambe le situazioni ... e mi sembrava che mancasse una parte essenziale ... poi ci ho meditato sopra e ho realizzato che in fondo in fondo "staccare" completamente non era poi una così cattiva abitudine :-P Essere continuamente "connesso" ha i suoi pro e i suoi contro ...
Una delle contro-idicazioni è che sono indietro con le consultazioni delle ricette pasquali. Devo rimettermi in pari :-)

Ma veniamo a noi, e al nostro risottino primaverile :-) Anzi, non è "tecnicamente" un risotto. Infatti quando preparo il riso con le verdure di primavera scottate e saltate, preferisco lessarlo e sciacquarlo sotto l'acqua corrente per ottenere i chicchi ben granati (privandoli dell'amido molto utile per la mantecatura cremosa).
Mi raccomando tutte le dosi rigorosamente ad occhio!

Riso Roma e germogli di luppolo
riso Roma
germogli di luppolo (livertin)
pisellini
burro
timo fresco
sale marino
grana grattugiato e a scaglie
pepe nero (a piacere)
Lessare il riso in acqua bollente salata, togliendolo dal fuoco un minuto prima del tempo consigliato. Sciacquarlo sotto l'acqua corrente.
Scottare separatamente i germogli di luppolo e i piselli. Fermare la cottura con acqua fredda e ghiaccio.
Nel frattempo sciogliere il burro in una padella, aromatizzare con le foglioline del timo fresco. Saltare le verdure e il riso, condire con un po' di grana grattugiato.
Impiattare e finire con scaglie di grana e pepe nero.


Rituffandomi nella rete ho visto che la voglia di risotto è contagiosa :-) e poi chi non risotta in compagnia .... 

Con questa ricetta partecipo la contest dell'elegante blog "Nella cucina di Ely", qui trovate le regole e avete tempo sino al 1° maggio!

17 commenti:

Benedetta Marchi ha detto...

Adoro i germogli di luppolo!!! Ottima ricetta :)

Giorgia ha detto...

semplice e delizioso! tra l'altro... ho cercato di mandarti una mail, ma ho perso il tuo indirizzo, ed ero sicura di averlo! possibile che sia pazza?

Ale ha detto...

Ciao! Non li ho mai mangiati i germogli di luppolo. Ma dove si tovano? Buon inizio settimana

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Hai ragione ormai senza certe cose tecnologiche non si potrebbe piu vivere ma la buona cucina ci accompagnerà per sempre come questo piatto decisamente molto molto gustoso!!baci,imma

Zonzo Lando ha detto...

Non li ho mai provati questi germogli… mi hai proprio incuriosita :-)

donatella ha detto...

toh, questi mi mancavano proprio! i germogli di luppolo... vedi, senza connessione e pc non li avrei conosciuti!!!
molto bello questo riso, mi piace perché semplice e particolare insieme! brava!

sandra ha detto...

Per me, da perfetta ignorante, con il luppoli si faceva la birra.... il riso sembra davvero "interessante". Se sapessi dove comprare i germogli proverei volentieri! Grazie

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@benedetta marchi: grazie mille!

@giorgia: cara giorgia assolutamente no. Ma è una lacuna a cui si può rimediare :-P
twostellachiocciolagmail.com

@ale: fanno parte delle erbe spontanee, , l'importante è raccoglierle nei boschi lontano dalle strade e dall'inquinamento!

@dolci a gogo: con internet io ho imparato moltissimo: se si ha bisogno di rispondere ad un quesito storico, geografico, medico, ecc ... come faremmo senza internet!?!

@zonzolando: come gusto assomigliano alla borragine anche se per forma ricordano di più gli asparagi :-)

@donatella: senza sovrastrutture, dai sapori netti ... sìsì è proprio uno dei miei piatti preferiti

@sandra: hai comunque ragione, dalla pianta del luppolo si ricavano i fiori femminili (che seguiranno nella stagione estiva). Sono color verde pastello, a forma di cono. Hanno la funzione di aromatizzare e conservare la birra.
Questi sono i germogli che spuntano in primavera e fanno parte delle erbe spontanee che ci regalano i primi tepori :-)

sandra ha detto...

Quindi, cara, tu le cerchi come si cercano i radicchi di campo? Ma che bello! Da noi solo "cicerbite"!!!! Grazie per la precisazione. Un abbraccio

Fico e Uva ha detto...

In questo risottino tutto il meglio della primavera in un sol boccone!

pane&marmellata ha detto...

riso davvero primaverile!!! mi hai fatto venire voglia di provare il luppolo!!!

Ely ha detto...

Che riso meraviglioso! Questi germogli di luppolo ancora non so dove trovarli, ma mi piace da matti, più leggero ed ugualmente gustoso, grazie per aver pensato al mio contest!
Baci

Lo ha detto...

tesora si fa bene anche stare senza, anche imparare a fare a meno...la tua ricetta è stupenda e poi il luppolo è una delle poche cose che so raccogliere senza paura di sbagliare
un abbraccio

Lucia ha detto...

Sinceramente mi auguro di non dover provare mai quel tipo di "ebbrezza"! :-D Comunque, dovendo proprio scegliere, preferirei rimanere senza cellulare che senza computer... Buono, questo risottino! Ma dove si trovano i germogli di luppolo? E che sapore hanno? Non sono amarognoli?

Gio ha detto...

staccare volontariamente o no ogni tanto fa molto bene!
ottimo il risottino e che bei colori!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@lucia:fanno parte del raccolto delle erbe spontanee. Ripassati in padella con il burro virano verso il sapore degli spinaci.
Se si raccolgono solo le punte e si fanno scottare non sono amare. Ma può capitare nei vari raccolti che abbiano una nota amarognola.

ary/enza ha detto...

mi piace il tuo blog :) splendide ricette e ti seguo con piacere :) se ti va passa da me anche seprime armi :) ciao :) sono alle

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...