mercoledì 22 aprile 2009

Relazioni pericolose

ricetta spiluccata liberamente da Comida de Mama, e provata da Twostella

La Trattoria MuVara ci ha proposto di fare outing dichiarando apertamente le passioni per questo o quell'altro blogghista ispiratore: la ricetta del vicino è sempre più gustosa.
. ricetta spiluccata liberamente da Cuoche dell'Altro Mondo, e provata da Twostella

Visto che mi diverto a saltellare da una Autrice all'altra mi è difficile individuarne solo una ... :-) Per cui ho deciso di fare un pout-pourri di lievitati perché condividere moltiplica le soddisfazioni!!!

ricetta spiluccata liberamente dal Cavoletto di Bruxelles, e provata da Twostella

ricetta spiluccata liberamente da Il Mondo di Adrenalina, e provata da Twostella (senza fare il post ...)

Focaccia, pane e brioche: come resistere alla fragranza dei prodotti da forno? Sarà che cercando di fare un po' di dietina ... la fragranza e i profumi della cucina attraversano addirittura l'anima. Le pain aux raisins è decisamente la mia brioche preferita :-) sarà il suono francese, sarà la crema, saranno le uvette appena riesco ad individuarle nella vetrinetta in esposizione, mi illumino di felicità. Lo stesso effetto lo producono anche le vedute paradisiache dai blog come quello di Paoletta di Anice & Cannella e Antonella di Croce e delizia ovvero "appunto mentale" prima o poi proverò.

Io pigramente ho letto la ricetta sul pacchetto della farina ... per cui si "copia" bassamente anche dalle confezioni di carta :-D


Ingredienti
500 gr farina manitoba
1 cubetto di lievito di birra
190 gr di acqua tiepida
80 gr di zucchero
100 gr di burro
2 uova
1 bacca di vaniglia
1 cucchiaino di sale
crema pasticcera
uvetta sultanina
Primo impasto: versare 300 gr di farina con il lievito sciolto in poca acqua e 150 gr di acqua tiepida. Impastare e mettere a lievitare in una ciotola coperta con pellicola (attenzione alla temperatura) per 40 minuti.
Secondo impasto: misciare 200 gr di farina, lo zucchero, il burro fuso, i due tuorli, il sale e i semini della vaniglia, con 40 gr di acqua circa. Unire il primo e il secondo impasto e lavorare sino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Far lievitare 10 minuti.
Stendere una sfoglia di pasta coprire con un velo di crema pasticcera e disporre l'uvetta sultanina ammollata. Arrotolare e tagliare a fette, disporre le "fette" a lievitare su una placca per 1 ora e mezza. Spennellare con un uovo leggermente battuto e infornare per 10 minuti a 180°.

Copia incollare stanca ... :P Meglio andare a dormire. Buona notte a tutti!!!

21 commenti:

Artemisia Comina ha detto...

buona giornata, two :)

manu e silvia ha detto...

Ma quante cose buone!! noi adoriamo i prodotti da forno: caldi e fragranti....
qui hai rirpoposto tante ricette e davvero molto bene!
complimenti!
un bacione

Simo ha detto...

Una di queste girelle me la papperei in questo preciso istante...sono fantastiche, giuro!!!

Lo ha detto...

io adoro le sane contaminazioni un bacione

lenny ha detto...

Relazioni pericolose?
Il bello delle frequentazioni da blogger è proprio l'arricchimento che ne deriva.
Sono affascinata dai tuoi lievitati ben fatti :-))

Virginia ha detto...

Ehi, spiluccona!!! Vuoi rubarmi il nome???
Sono letteralmente paralizzata dalla bellezza dei fritti qui sotto.

Elga ha detto...

Quanta meraviglia! Un post dove sprofondare:)) Per fortuna esser cos' in tanti ci permette di sperimentare tantissimo e nel tuo caso con ottimi risultati!

sweetcook ha detto...

hai messo insieme una carellata strepitosa, non saprei davvero quale scegliere ^_^

princicci ha detto...

tutto super!!!!!non saprei che scegliere e da dove cominciare ad assaggiare!!!!!baci claudia

astrofiammante ha detto...

ohi ohi che dolor guardar e non magnar :-))bacio!!

Rossa di Sera ha detto...

Stellina, infatti, è difficile individuare una blogger soltanto, io mangio sempre con gli occhi in tanti blog, le ricette di alcuni le provo anche, le tue comprese!
Un bacione e buona giornata!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Che belli questi giri che fanno le ricette! Questa raccolta la trovo troppo simpatica.
Baci
Alex

panettona ha detto...

una copia più buona dell'altra ... baci!

inkognita ha detto...

Complimenti per le foto, sono bellissime!!!

Ciboulette ha detto...

che scopiazzamenti di classe......non puoi sapere quanto vorri avere una di quelle soffici girelle, adesso :D

Un bacio!

Il folletto paciugo ha detto...

Buona giornata e queste delizie la rendono strepitosa....gnam che buone "pucciate" nel caffelatte...a presto ciao Roberta

Anonimo ha detto...

Se sono pericolose e portano a questi risultati ma ben vengano, evviva il manierismo ! che delizia, una più bella, profumata e fragrante dell'altra. Uhm, visto che arriva il calendimaggio, che ne dici di un pane o dei panini con le fave fresche (a pezzettini) ed il pecorino per uno spuntino ?. Bacissimi. Anny.

Aiuolik ha detto...

Carissima, grazie per aver partecipato (e grazie anche per aver partecipato anche con le olive ;-)).

Ciaoooo,
Aiuolik

mika ha detto...

Ho fatto una gran scorpacciata di brioche e affini al corso, ma rinizierei molto volentieri...come mai hai usato solo farina manitoba? non è un pò troppo forte per un impasto che necessita di poche fasi di lievitazione?

Susina strega del tè ha detto...

ma brava!!!!!!!!! ottima scelta!!!!!! ^_^

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

GRAZIE MILLE A TUTTI!!!

@Anny: panini con fave fresche e pecorino, megaslurp!

@Mika: visto che il pacchetto di farina da cui ho tratto la ricetta era di farina manitoba, sospetto un lievissimo conflitto di interessi :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...