domenica 9 settembre 2012

Conserve estive: antipasto piemontese al pomodoro


Quest'anno oltre a preparare la conserva di pomodoro (ragù vegetale) e la salsina messicana,  ho rispolverato una vecchia ricetta di famiglia per l'antipasto al pomodoro. Trovare tutte le verdurine (quelle dell'orto della mamma) pronte nel vasetto con tutti i profumi dell'estate ci piace molto in inverno ...  magari con qualche pezzetto di buon tonno!
Sicuramente preparare le conserve costa un po' di lavoro, ma che soddisfazione vedere la sfilata di barattolini homemade :-) Volete sapere come ho abbellito i vasetti?
Grazie a Pinterest, ho trovato su PaperCrave.com  queste etichettine fantastiche coordinate con la scheda ricetta, utilissima quando si vogliono regalare le conserve a parenti ed amici che, in più ci chiedono dosi e procedimento.

Antipasto piemontese al pomodoro
ingredienti
pomodori maturi 4 kg
sedano 300 g
cipolline 300 g
carote 300 g
peperoni gialli 300 g
fagiolini 300 gr
zucchine-zucchini 300 g
sale marino un cucchiaio raso
olio evo 1 bicchiere piccolo
aceto bianco di vino 2 bicchieri
zucchero di canna 1 cucchiaio
noce moscata un pizzico
Lavare i pomodori, tagliarli a metà e si sitemarli in un tegame. Lasciarli cuocere qualche minuto a fuoco medio. Scolarli e passarli al passaverdure. Nel frattempo pulire tutte le verdure e tagliarle, con pazienza, a piccoli cubetti.
Versare il passato di pomodoro in una grossa pentola, aggiungere olio, sale, zucchero, noce moscata, aceto. Quando riprende il bollore unire il sedano e le carote.
Dopo 15 minuti aggiungere i fagiolini e continuare la cottura per 10 minuti. Quindi versare le cipolline e le zucchine. Dopo 10 minuti mettere i peperoni.
Cuocere 30-45 minuti sino alla giusta consistenza.
Scaldare il forno a 100° e sistemarvi i barattoli puliti per essere portati a temperatura. "sfornarli" ancora caldi e riempirli di antipasto bollente. Mettere la capsula, capovolgere 5 minuti. Rimetterli sul ripiano coperto con un panno, col tappo in sù, coprirli con un altro panno e attendere che si crei il sottovuoto (tipico suono clap). Quando sono freddi, etichettare e riporre in luogo fresco e al buio.

8 commenti:

Zonzo Lando ha detto...

Concordo, le conserve regalano sempre grandi soddisfazioni! Le etichette sono carinissime, vado subito a vedermi il sito. Buona settimana cara, un bacio!

lucy ha detto...

le etichettine sono veramente molto carine.e che dire di questo antipastino molto piemontese?brava, invidia per aver avuto tempo di questi barattolini

ComidaDeMama ha detto...

Che voglia di mettermi a fare questo antipasto! Purtroppo l'orto di mia mamma è troppo lontano.

Come al solito ha fatto foto meravigliose.
Un caro abbraccio

paneamoreceliachia ha detto...

una ricetta deliziosa da conservare per preparare non appena si hanno gli ingredienti Giusti!
Complimenti per il tuo blog.
Ciao, Alice

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@zonzolando: hai visto che belline?

@lucy: e' veramente una faticaccia ... Alla sera al ritorno dall'ufficio é piuttosto impegnativo, ma ci sono riuscita :-)

@comida de mama: carissima Elena, ti ringrazio. Anzi ti ringrazio doppiamente, anche per i tuoi post, in particolare quello su Pinterest che mi ha permesso di conoscere e imparare :-)
Bricolage, arredamento, arte, ecc.. Fantastico!!!
Un caro saluto

@paneamoreceliachia: grazie Alice!

MaggiorDomus ha detto...

Buona, buonissima... e pure bella! Ciao!

Vica in cucina ha detto...

mia mamma sta in Piemonte (Rivoli) :) Chi sa se conosce questa conserva... buonissima! Mi unisco volentieri ;)
Vica

Alessandra Gio ha detto...

Ciao Elena! Sono ancora in tempo per copiarti questa ricetta da tenere in dispensa per il lungo inverno!! ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...