lunedì 5 settembre 2016

Cucina e Solidarietà #UnPiattoperAmatrice : Spaghetti all'Amatriciana


Ogni persona affronta il dolore a modo suo. Quando hai gli occhi umidi e lo stomaco a pezzi, quando ti manca il fiato, quando nulla ti sembra possa avere un senso, quando rimani immobile e non hai più voglia di pronunciare una parola ... quando il lutto e la sofferenza ti annientano io mi rifugio in cucina. Compiere i gesti quotidiani, lasciare che le mani seguano l'istinto, preparare un piatto caldo per le persone che amo è l'unico modo per me per iniziare un passo dopo l'altro per sentire il cuore battere di nuovo.
Il terremoto che ha colpito così duramente la zona di Amatrice, di Accumoli e di Arquata del Tronto  il 24 di agosto 2016 ci ha riportato di nuovo a fare i conti con tanti morti, feriti ... radendo al suolo, case, scuole, chiese ... Si sono fatte tante parole, ogni tipo di sciacallo si è avventato sulle disgrazie altrui ... io in silenzio vorrei mettermi in cucina e provare per la prima volta a cucinare gli spaghetti all'amatriciana. Rispettando la ricetta tradizionale, è il mio modo semplice per farmi prossima a chi in questi giorni sta soffrendo. Unito a un piccolo gesto di solidarietà con un versamento.




Se anche tu vuoi offrire il tuo aiuto ecco come partecipare insieme a #UnPiattoperAmatrice

1) Cucina la tua pasta solidale

2) Fai la tua donazione IT 05 W 03104 22100 000000823729
Intestato a Consorzio di Tutela Pasta di Gragnano via Vittorio Veneto 20 - 80054 GRAGNANO NA
causale #unpiattoperamatrice

3) Posta la tua foto sulla tua bacheca e tagga tre amici per invitarli a fare lo stesso



SPAGHETTI ALL’AMATRICIANA (fonte Scatti Golosi di Teresa De Masi)
ingredienti 
Spaghetti 400 grammi 
Pecorino 75 grammi 
Guanciale stagionato 100 grammi 
Peperoncino
Pomodori
Sale q.b. 
Olio extra vergine q.b. 
Vino bianco secco 1 bicch. 
Pepe nero q.b.
preparazione
In una padella di ferro appena unta d’olio si soffrigge il guanciale tagliato a listerelle insieme a un pezzetto di peperoncino. Quando il grasso e’ diventato trasparente si aggiunge il vino bianco e si lascia evaporare. Il guanciale va ritirato dal fuoco quando e’ diventato croccante. Si scola e si tiene da parte su un piatto al caldo (altrimenti si indurisce). Il peperoncino si butta. Nella stessa padella si mettono a cuocere brevemente i pomodori spellati e senza semi.
Dopo qualche minuto si aggiunge una manciata di pecorino grattugiato e si lascia addensare. Nel frattempo si saranno messi a cuocere gli spaghetti. Quando gli spaghetti sono quasi pronti, si versa il guanciale nel sugo di pomodoro. Scolati gli spaghetti, si mettono in una zuppiera, gli si versa sopra il sugo, si macina un po’ di pepe nero e si unisce abbondante pecorino grattugiato. Mescolare e servire subito. Per chi lo desiderasse, passare a parte altro pecorino.



Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...