lunedì 9 marzo 2009

Olive in salamoia

olive in salamoia
Guardandole così in foto sembrano gustose olive taggiasche di qualche piccolo barattolo comprato in loco (leggasi riviera ...) E invece sono homemade!!!!, e nello specifico prodotte dalla mamma che si è lanciata :-). Le 2 piccole piantine di olivo di casa, provenienti da Greve in Chianti), svezzate nelle Langhe e dopo qualche anno danno una discreta produzione casalinga ... e mica si possono sprecare!?!.
Che si fa? Qui ci vuole gente di mare o di lago ... Mumble, mumble ... Si consulta di chi è ferrato in materia e chi meglio della Trattoria MuVara
Ecco per comodità la loro ricetta delle olive in salamoia:
Raccolte le olive, lavatele in acqua fredda e riponetele in un ampio recipiente. Per una settimana cambiate l'acqua due volte al giorno, mattina e sera. Preparazione della salamoia: Occorrenti: 90 gr. di sale per ogni litro di acqua. Portare ad ebollizione l'acqua. Appena inizia a bollire togliere dal fuoco, incorporare e far sciogliere il sale. Lavare le olive e lasciarle sgocciolare. Mettere le olive nei barattoli. Quando la salamoia sarà fredda versarla nei barattoli. Una volta chiusi, riporre i barattoli in un luogo fresco e buio per qualche mese prima di iniziare la consumazione.

Eccole nella versione del prima (scatto del 9 novembre 2008, anche se ci è stato detto che era già un po' tardi per raccogliere le olive ...). C'è voluta la santa pazienza della mamma che le ha accudite per così tanti giorni proseguendo il cambio dell'acqua fresca per 10 giorni ...
Grazie alla mamma e ai Trattori!
Esperimento riuscitissimo: utili per aperitivi, pizze, pesce marinato (come le acciughe fresche marinate) o al cartoccio, ecc ...

35 commenti:

Aiuolik ha detto...

Evviva evviva! Sono contenta che la mamma si sia messa d'impegno e che l'esperimento sia riuscitissimo! Un saluto alla mamma e a te da tutta la Trattoria!!!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Hai visto!?! Non siete orgogliosi di aver insegnato questa grande classico della cucina mediterranea? Sono perfette e sopratutto molto buone! Grazie e buona settimana

Romy ha detto...

Squisite! Bisogna che passi la ricetta a mia suocera, che ha fatto diversi tentativi, non troppo ben riusciti...Un abbraccio e grazie della dritta! :-)

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@romy: ricetta collaudata e da consigliare! Una soddisfazione i barattolini in fila in cantina :-) Baci

lenny ha detto...

Riesco ad immaginarne il sapore, perchè mia madre le prepara da sempre, anche se la varietà di olive è diversa.
Ciao

Giò ha detto...

come mi piacerebbe avere un olivo! quasi mi vien voglia di trasferirmi in campagna (da vera cittadina quale sono sarebbe vera follia!)però avere un orticello non sarebbe male!

mika ha detto...

Mio padre le fà tutti gli anni...l'ultima volta le ha preparate con l'aceto e poi messe in salamoia, una vera goduria...

Fra ha detto...

Che invidia sono meravigliose e posso immaginare quanto siano buone! Una standing ovation per la mamma
Un bacione
fra

Magnolia Wedding Planner ha detto...

wow..ecco a quest'ora ti pare che una manciatina di quelle deliziose olive non ci starebbe benissimo? :-D che meraviglia..oh e anche la foto meravigliosa! sempre meglio

Bacio tesoro
Silvia

Rossa di Sera ha detto...

Ti invidio non tanto per la pazienza della mamma, quanto per gli ulivi che hanno dato questi frutti meravigliosi!
Non dubito che sono gustose, le olive, vorrei tanto assaggiarne una...

Elga ha detto...

Belle le foto e belle le olive, sembrano tante biglie colorate!

parolediburro ha detto...

Bunasera stellina bella,come stai?
Il tuo blog è sempre più bello,bravissima.
Baci

brii ha detto...

bellissime!!!
l'olivo è uno dei miei alberi preferiti.
mi piace tantissimo il profumo delle olive schiacciate, quando passi in campagna.
oppure vedere tutti quei minuscoli fiorellini cadere con il vento e posarsi sull'erba.
ho mangiato le olive homemade di alberto, marito di marta (astrofiamamante) erano una squisitezza..ma lui le ha snocciolate tutte.
nella ricetta dei trattori invece no?
baciussss

a.o. ha detto...

magnifiche prima, magnifiche dopo
;D

astrofiammante ha detto...

brii se le è gustate davvero...ma si ricorda male, non erano snocciolate, ma tagliate .......le nostre erano tutte nere e mio marito le ha tagliate tutte ( circa 2 kg.)per fare in modo che durante il riposo col sale perdessero per bene l'amaro,poi le ha condite con finocchietto, buccia d'arancia, aglio, e le abbiamo consumate di lì a poco....con la promessa che l'anno prossimo chi vorrà mangiare le olive prima dovrà tagliare la sua quarta parte ;-(( chissà che non ci ripensi....ciao, bacione!

Babs ha detto...

oh mamma che buone.... io adoro le olive....

Ciboulette ha detto...

ma che brava la mamma! a novembre le mando anche le mie, visto che a me quelle in salamoia non vengono mai bene, anceh se cambio l'acqua per due settimane, uff!!! :)

Lo ha detto...

complimentissimi alla mamma! bravissima

comidademama ha detto...

complimenti a tua mamma per il lavoro. E alle tue foto meravigliose.

Volevo appunto chiederti quale fosse il periodo esatto della raccolta e se è necessario dividere le verdi dalle nere, che poi sono gradi diversi di maturazione, vero?
Possibile che ci siano specie di olive 'cattive', non adatte per essere conservate in salamoia?
I miei zii saluzzesi hanno un ulivo e i loro tentativi sono stati poco soddisfacenti.

Intanto mi rifaccio gli occhi con queste bellissime. La mia foto preferita è la raccolta.

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Questa foto del cesto di olive è meravigliosa!!! Complimenti alla mamma e alla ricetta dei miei Trattori preferiti.
Baci
Alex

Tar e Tifla ha detto...

:-O

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@lenny: magari mi puoi dare qualche dritta per qualche aromatizzazione diversa Buona serata!

@giò: mai dire mai, io cinque anni fa escludevo "categoricamente" di rifugiarmi in campagna ...

@mika: quindi l'ammollo viene fatto in aceto? E per quanto tempo?

@fra: la mamma arrossisce perchè le riferisco tutti i vostri commenti positivi :-) Baci

@magnolia: grazie silvia! Un cin cin virtuale immaginando di prendere un aperitivo insieme :-) Bacione

@rossa di sera: erano due pintine piccolissime (alte come un geranio!?!) e con la cura e il tempo si sono fatte grandi :-) Baci

@elga: ho rimirato la cesta con le olive appena raccolte superlative :-)

@parole di burro: carissima! quanto tempo :-) grassie! Baci

@brii: quando vado in toscana rimango incatata osservando gli oliveti grazie della segnalazione delle ottime olive di astrofiammante così ho scoperto nuove informazioni :-) Baci

@a.o.: belline in tutta la loro essenziale naturalità :-) Baci

@astrofiammante: grazie per la ricetta non vedo l'ora di avere il prossimo raccolto per provare la tua ricetta :-) baci

@babs: mi trovi d'accordo, nere, verdi, aromatizzate, piccanti sono una vera prelibatezza :-)

@ciboulette: la mia esperienza è pari a un esperimento ... fortuna dei principianti? Non so neppure se esistano più varietà di olive ... devo documentarmi Baci

@lo: la mamma è sempre la mamma :-) anche negli esperiementi!

@comidademama: dunque, noi le abbiamo raccolte a novembre ma penso si debba procedere prima ad ottobre. Sono state trattate tutte nello stesso modo dalle mature (completamente nere) a quelle più verdi.
Il problema principale è togliere il forte accento amaro con l'ammollo (ci sono ricette in cui il cambio dell'acqua fresca continua per un mese).
Bacione

@cuoche dell'altro mondo: hai visto che belle collaborazioni? :-) Quanto sono utili i blog!!! Baci

@tar e tifla: chi l'avrebbe detto la Langa terra di ulivi :-P

Michelangelo ha detto...

guardando la foto delle olive non mi sembra sia stato affatto tardi per la raccolta! il momento ideale infatti non è legato alla data ma al momento dell'invaiatura, ossia quando le olive scuriscono. Nella tua foto ce ne sono diverse colte proprio in questa fase di transizione.

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@michelangelo: grazie per l'informazione!
Posso approfittare e fare una domanda? come chiedeva comida de mama occorre separare le olive di diversa maturazione o si possono conservare tutte insieme?
p.s. l'ho detto, se sono buone, è la fortuna dei principianti ...

mika ha detto...

Ho intervistato mio padre...ha inciso quattro tagli su ogni oliva e le ha sbollentate in acqua e sale (100 gr di sale per 900 gr di acqua)...ha fatto intiepidire il tutto poi ha unito due terzi dell'acqua di cottura con un terzo di aceto e ci ha buttato dentro le olive...dopo un mese, ma anche prima, si possono mangiare...noi le avevamo da due anni...la proporzione salamoia aceto può anche cambiare a seconda dei gusti, arrivando anche a cinquanta di acqua e sale e cinquanta di aceto...
Quando invece le fà in semplice salamoia non le coccola per dieci giorni, semplicemente le lava e le butta in salamoia per almeno un anno...

pyondi ha detto...

ah.. le mamme... come si farebbe senza??
Esperimento riuscitissimo, concordo!!!

Ciboulette ha detto...

si, esistono, e c'è un tipo pugliese di cui ora non ricordo il nome, che è effettivamente più dolce...mah, mi impegnerò di più!!! :))

Chiara ha detto...

che belle foto! bellissimi colori! ti ho inserito tra i blog nell'elenco del mio perchè ti leggo sempre!

Antonella ha detto...

Ho provato a farle ad ottobre, dopo al raccolta, con una piccola parte (per fortuna). Disastro!
Chissà che non mi venga voglia di riprovarci quest'anno, in quel caso seguirò questa ricetta. Grazie :)

Anonimo ha detto...

Complimenti alla mamma e a te, il risultato è davvero eccellente! Anche se faticoso è una soddisfazione indicibile raccogliere le proprie olive, io ho tre olivi, due moraiole che ho raccolto a dicembre inoltrato e una bella di Cerignola che ha una decina di anni e ancora ne fa pochine. Gli olivi sono piante meravigliose, piene di significato, forti e portano bene alla casa. Anny*.

Mariolin Careme ha detto...

buone le olive.... complimenti per il post. efficace!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@mika: grazie, grazie! l'idea dell'aceto mi ispira molto :-) A presto

@pyondi: insostituibili! e poi io ho una certa dipendenza-ammirazione per la mia mamma :-)

@ciboulette: adesso dovrò anche imparare i diversi tipi di olive. Si riusciranno a fare anche le olive verdi?

@chiara: benvenuta nel mio giardino! le olive sono piuttosto fotogeniche :-)

@antonella: per quanto tempo le hai lasciate a mollo?
baci

@anny: carissima! adesso vado a sbirciarmi su internet le due qualità così imparo qualcosa di nuovo :-) Buona settimana!

@mariolin careme: piccole olive versatili e bonissime! Buona serata

Claud ha detto...

Oh che meraviglia... voglio farlo pure io...
;)

sandra ha detto...

Che belle Twostella e immagino la bontà! Le olive in salamoia sono una vera droga per me, sai???
:))
Bravissima e belle foto!
Buon viaggio girulina ;)))

Michelangelo ha detto...

@twostella e comida: normalmente le olive si lavorano tutte insieme. Il colore non è un elemento importante anche perchè dalla stessa pianta si possono avere contemporaneamente olive chiare, scure e "in transizione", magari per una diversa esposizione e diverso grado di maturazione.
La cosa importante (almeno per l'olio, ma penso anche per farne in salamoia) è non mischiare i diversi cultivar e, come dice giustamente comida, non tutte le olive sono adatte per la salamoia.
A presto! Michelangelo