giovedì 21 gennaio 2016

Ricette delle Langhe: Madernassa e uvette al Vin Brulè


Oggi sono stata a Pavia. Non ne ho visto neanche uno scorcio, se non la Stazione ferroviaria... che peccato!!! Ma era un giorno di lavoro e non c'era tempo di gironzolare. ^-^ Una tirata dalle cinque di questa mattina, e adesso che sono a casa, mi è venuta voglia di chiacchierare un pochino.
Dunque il tema della giornata formativa era il nostro sistema pensionistico, compresa la riforma Fornero e l'ondata lunga dell'attuale situazione italiana, eventi che impatteranno sulle nostre future pensioni pubbliche. Insomma, un bel bagno di realtà. Utile, molto utile. La cronaca trascura di comunicarci i fatti che hanno un peso importante sulle nostre sicurezze quotidiane, occorre investire del tempo per informarci, accrescere le conoscenze. Per saper scegliere. Per non subire.

Ci siamo trovati bene con i Martin Sec, ma per le Pere Madernassa ci serviva una marcia in più ... Di solito si cuociono le pere nel vino rosso (nelle Langhe si usa in dolcetto) ma ho voluto aggiungere tutte le sfumature delle spezie proprio come si gustano nel Vin Brulé. Il Vin Brulè è una bevanda calda a base di vino rosso e zucchero aromatizzata da cannella, chiodi di garofano, stelle di anice, ecc... Visto il quadro degli ingredienti mi è sembrato appropriato spargere nella teglia una manciata di uvette. Risultato? Golosissimo! Secondo me anche una cucchiaiata di crema gelato non ci sarebbe stata male ... fate voi ;-)

Pere Madernassa e uvette al Vin Brulè
ingredienti
9 pere Madernassa
750 ml di vino nebbiolo 
2 cucchiai di miele d'acacia
una manciata di uvette
una stecca di cannella
3 stelle di anice
6 chiodi di garofano
preparazione
Lavare accuratamente le pere. Preriscaldare il forno a 180°. Sistemare tutti gli ingredienti in una teglia e cuocere per un'ora e trenta. Verificare la cottura dei frutti controllando la morbidezza della polpa. Lasciare raffreddare, e servire tiepide o a temperatura ambiente.




Le pere Madernassa sono tipiche della zona di Alba e del Cuneese. 

Il frutto è di dimensioni medie o medio-piccole, piriforme, abbastanza regolare, lievemente appiattito alle due estremità, con picciolo medio-lungo, sottile, inserito in una piccola cavità, buccia sottile piuttosto ruvida, rugginosa, verde giallognola, soffusa di rosso pallido, con molte lenticelle irregolari, torsolo piccolo, polpa bianco-giallognola-chiara, croccante, poco granulosa, leggermente profumata, di sapore dolce e leggermente tannico. Un frutto pesa in media 150 gr. I frutti presentano buona o discreta conservabilità . La Madernassa è una pera da cuocere, cioè esplica le sue migliori caratteristiche cotta, anche se si può mangiare cruda, quando matura. (fonte)


3 commenti:

lucy ha detto...

semplicità abbinata a gusto e qualità!

Elena Bruno ha detto...

Uno sciroppo irresistibile :-D

giulia pignatelli ha detto...

Una vera squisitezza..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...