mercoledì 23 marzo 2016

Raviolini ricotta e foglie di barbabietola al sugo di carciofi


Ho acquistato delle mini barbabietole ed erano vendute con tutta la parte delle foglie. Ovviamente il prezzo è un tanto al chilo e la proporzione di peso era barbabietoline 1 foglie 5 ... non mi sembrava proprio il caso di sprecare tutta quella verdura. E' arrivato il giorno per assaggiarle e visto che si possono utilizzare come le coste, le bietole e gli spinaci ho riflettuto un po' per come impiegarle. Il passo è stato breve: ripieno per la pasta fresca :-) Così vi do ancora qualche suggerimento per un menù "quasi tradizionale" per Pasqua! L'impronta è quella piemontese e con ricette delle Langhe ma con un mio tocco personale :-) 
Partiamo dal primo piatto con ripieno alla ricotta condito al sugo di carciofi, cosa ne dite?
Inutile dire che le ravioline sono buonissime! 
Le barbabietole, o rape rosse, le ho sempre e solo mangiate cotte al forno sino a quando mi hanno fatto scoprire che si possono anche grattugiare e gustare crude (come le carote). Le foglie si possono lessare e impiegare come le altre erbe a foglia larga. Nel mio caso erano piuttosto giovani per cui il sapore è piacevolmente dolce e delicato. Bello sperimentare! C'è sempre da imparare :-)

Raviolini, ripieno di ricotta e foglie di barbabietola al sugo di carciofi
ingredienti per il ripieno 4 persone
100 g di ricotta Moris
1 pugno di foglie di barbabietola lessata
25 g di burro
40 g di parmigiano reggiano
1 tuorlo d'uovo
sale pepe nero q.b.
ingredienti per il condimento
2 cuori di carciofo
un cipollotto fresco
olio e.v.o. q.b.
un po' di prezzemolo tritato
preparazione
Per la pasta seguire questo procedimento usando metà dose. Lessare le foglie di barbabietola per 4-5 minuti in acqua bollente leggermente salata. Scolare le foglie, tuffare in acqua e ghiaccio. Strizzare bene. Ripassare le foglie in padella con il burro per un paio di minuti. Tritare le foglie di barbabietola finemente. Unire la ricotta passata al setaccio con le foglie, condirli con parmigiano grattugiato. Regolare di sale e pepe nero, e assaggiare se il ripieno ha la giusta sapidità. Infine incorporare il tuorlo d'uovo. Farcire la pasta fresca.
Affettare finemente il cuore di carciofo e il cipollino. Stufare le verdure in una padella con olio, condire con sale e pepe. Cuocere per 4-5 minuti. (se tende ad asciugare troppo aggiungere un goccio d'acqua).
Lessare le ravioline per due-tre minuti. Scolarle con una schiumaiola e metterle nel un tegame del sugo di carciofi sul fuoco, aggiungere un po' di acqua di cottura della pasta. Mantecarle per un minuto o due. Spegnere il fuoco, finire con un goccio di olio a crudo. Servire ben caldo decorando con due foglioline di foglie di barbabietole.



Menù tradizionale per la domenica di Pasqua

.
.
.
Panna cotta della mamma con frutta fresca
.
Caffè espresso e baci di dama

6 commenti:

Manu ha detto...

Che belli questi gnocchetti e che bei colori.
Ti abbraccio

Paola Baronio ha detto...

mmm quel sughetto ai carciofi mi tenta molto

Cipensiamo Noi ha detto...

Ti faccio i complimenti per questi buoni questi ravioli davvero davvero una buona farcitura e un bellissimo impiattamento! Buona Pasqua anche a te. Bacioni Mirta e Patata

lucy ha detto...

stupendo piatto di ravioli ma sai che qui non trovo le rape rosse?

Elena Bruno ha detto...

@lucy: io le ho trovate da naturasì, non ci sono punti vendita ad Alessandria?

Scribacchini ha detto...

Beli belli strabelli. Sì si dai, sperimento un po' con pasta senza uovo e ricotta di qualcos'altro e vediamo cosa riesco a combinare. E grazie grazie! Smack. Kat

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...