mercoledì 7 gennaio 2009

Cubetti di rape al curry

cubetti di rape al curry

Uno dei miei maggiori interrogativi da adolescente era: come facevano in Italia (o in Europa) quando tutte le verdure buone stavano dall'altra parte dell'oceano!?! Se quel sant'uomo di Cristoforo Colombo non pensava di raggiungere le Indie percorrendo una nuova strada, come facevo io senza pomodori, peperoni, peperoncini (e senza cacao o patate!?!) :-D Solo radici, cipolle, rape, cavoli ... che noia!
Da piccola, poi, le rape le scansavo come la peste, perché sotto quell'accattivante color lilla, simpatico e vezzoso, si nascondeva una radice quasi piccante e di gusto dubbio ... Anche la letteratura mi dava conforto (come avevo già detto qui, ricorrendo addirittura alle descrizioni di Italo Calvino).
Inoltre, quando da piccina mi affliggeva la tosse, pronto intervento della mamma, tramandato dalla saggezza popolare: sciroppo ricavato da una "marinatura" di fettine di rape crude con zucchero ... diciamocelo ... l'abbondante zucchero condiva il dispiacere!
Poi qualche anno fa mi hanno regalato un sacchetto dell'ortaggio incriminato, e che ci faccio? Con la ferrea regola che non si butta via niente, si ricorre all'astuzia. Ed ecco a voi la ricetta che ha gettato il ramoscello d'ulivo tra me e le rape :-)

Ingredienti
400 gr di rape
una noce di burro
1-2 cucchiaio di curry
1 dl di panna
prezzemolo tritato
sale e pepe qb
Sbucciare le rape e tagliarle a dadini. Cuocerle in acqua salata tenendole molto al dente. Fondere il burro in un tegame e soffriggere le rape. Continuare la cottura per 15 minuti.
Unire il curry sciolto nella panna. Regolare di sale e pepe.
A piacere, prima di servire, finire con il prezzemolo tritato fresco.
Può essere un ottimo contorno per un’omelette al formaggio.

15 commenti:

lenny ha detto...

Dobbiamo tanto a Cristoforo Colombo, alla sua intraprendenza ed alle sue scoperte ...
Non ridere di me: sai che non ho mai assaggiato le rape?
La tua ricetta però mi ispira molto.
Ciao

Rossa di Sera ha detto...

A trovarle le rape qui, però... ce ne vuole, non le ho mai viste, ma le mangerei volentieri! Cotte semplicemente, frullate e condite con del burro e del formaggio.

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Ho imparato ad amare le rape solo da poco e soprattutto qui in Germania dove ce ne sono tantissime varietà (e non le ho ancora provate tutte).
Come sai adoro tutto ciò che è speziato, quindi come non apprezzare questa ricetta?!
Un bacione
Alex

brii ha detto...

ok ok..diamo a chris (colombo :))) ) quel che è di chris colombo..ma onore alle nostre amiche bloggers che trasformano in leccornie anche le più semplici degli ingredienti!
sono una rapadipendente..piace in tutte le salse!
buona giornata!
baciusss

Romy ha detto...

I tuoi post sono sempre deliziosi...belle le foto, e particolare davvero la ricetta...Brava! bacioni :-)

elisabetta ha detto...

A me piacciono molto tutte le radici invernali e invidio molto Alex, perché qui si trova poco o niente... l'assurdità è che i banchi dei negozi traboccano invece di prodotti fuori stagione (peperoni, melanzane, pomodori...).
Magari provo la tua ricetta sostituendo le rape vere e proprie con il cavolo-rapa, che trovo facilmente da NaturaSì.
Auguri di buon anno, visto che non ci sentivamo da un po' :)

Camomilla ha detto...

Le rape le uso raramente anch'io, non a causa del loro sapore che mi piace, ma perchè in circolazione ci sono troppe poche ricette a riguardo... Preparate in questo modo devono essere davvero buone!
Baci

Laura ha detto...

Uhm...devo provare...che riesca così a mangiare le rape anch'io? :) Ciao Laura

Virginia ha detto...

He he he he...dalle mie parti il ramoscello deve ancora essere gettato!
Proverò alla tua maniera!

Arietta ha detto...

considerato che io rifuggo le rape come la peste...proprio ne detesto il sapore :D questa ricetta potrebbe fare da paciere anche tra me e lo sfortunato ortaggio, non credi? :-)

Ciboulette ha detto...

sai che queste rape io non le trovo... :((
Eppure tantissimi anni fa su una rivista trovai delle ricette cosi' succulente che mi e' sempre dispiaciuto non averle mai viste, ed ora contribuisci anche tu! :)
E vabe'. la speranza e' l'ultima a morire :D
Un bacione!

val ha detto...

Da stasera si vota: in bocca al lupooo!
un abbraccio

maite ha detto...

bellissime! queste sono da provare...

Neverland ha detto...

Ho sempre sostenuto che la globalizzazione sia iniziata proprio da Colombo e dalle altre esplorazioni geografiche.Le rape le mangio ogni tanto bollite e poi una volta sbucciate le condisco con olio sale e aceto.La tua ricetta è davvero orginale.Thanks!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@lenny: non ho ancora provato, ma potrebbe essere un'idea utilizzare le patate. Nell'attesa che arrivi anche a te un sacchettino di rape :-)

@rossa di sera: divertente! così scopro nuove ricette!

@cuoche dell'altro mondo: quindi esistono altri tipi di rape, quelle in foto sono le classiche coltivate negli orti delle langhe, c'è sempre da imparare :-)

@brii: bello chris :-) la fantasia è sempre un ottimo condimento!

@romy: grazie!

@elisabetta: carissima!!! tanti tanti auguri anche a te! E' più che giusto assaporare i frutti di stagione! Altrimenti se si mangiano le stesse cose in tutte le stagioni, ci perdiamo il patrimonio della varietà! Baci

@camomilla: io le ho acquistate dai contadini, effettivamente sui banchi della grande distribuzione non le ho notate :-)

@laura: il curry è talmente buono che impreziosisce anche un semplice piatto di verdura!

@virginia: che vamp!!! chissà devono regalartele a tradimento, così sei costretta a sperimentare :-)

@arietta: sbollentarle in abbondante acqua è il primo segreto, il curry poi fà la magia!

@ciboulette: mi sta venendo il sospetto che sono più un'abitudine di certe zone d'italia. Negli orti dei nostri contadini "attempati" non mancano mai :-)

@val: grazie per l'avvertimento, io avevo già votato ieri. Ripasso :-)

@maite: carissima! il fascino indisceto delle spezie ammalia ...

@neverland: proverò anche io l'insalata!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...