domenica 31 luglio 2016

Acciughine fritte


A volte stiamo a ragionare per ore per realizzare un antipasto sfizioso ... ma se la pescheria offre del buon pesce fresco bastano delle acciughe per fare felici gli ospiti. Solitamente le acquisto per marinarle nell'aceto e servirle con crostini e olive taggiasche (vedi qui la ricetta) ma non avevo materialmente il tempo di effettuare l'abbattimento e la marinatura. Non potendo andare indietro nel tempo :-P ho optato per una frittura veloce con un velo di farina.
Quando le preparo mi viene in mente la prima gita fatta con mio marito a Venezia. Dopo la visita della città, passeggiando ci siamo ritrovati a pranzare vicino al ponte di Rialto e abbiamo gustato una semplice frittura di pesce. Sarà stata Venezia, sarà stato l'ammmore, ma è uno dei ricordi più teneri di quel periodo :-)
Mettiamoci ai fornelli!

Acciughine fritte
ingredienti
acciughe fresche
farina di semola di grano duro
olio di semi di arachide
sale marino
spicchi di limone
preparazione
Pulire le acciughe privandole delle interiora e la testa. Sciacquarle con abbondante acqua fresca. Sistemarle su carta da cucina e asciugarle bene. Infarinarle e appoggiarle su un setaccio. Agitare il setaccio in modo da eliminare la farina in eccesso.
Mettere l'olio in un pentolino profondo. Portare l'olio a 150° (controllare la temperatura con il termometro da cucina) e friggere le acciughe. Controllare che siano completamente immerse. Cuocere sino a quando sono leggermente dorate.
Appoggiare sulla carta per fritti e servire ben calde con spicchi di limone.

4 commenti:

lucy ha detto...

semplicemente le adoro...super gustose!

Elena Bruno ha detto...

E gli ospiti le apprezzano sempre!

mariangela ha detto...

le acciughe sono buone in tutti i modi, ma fritte...è la morte sua

Elena Bruno ha detto...

Mariangela hai proprio ragione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...