mercoledì 29 ottobre 2014

Melanzane sott'olio con la ricetta della mamma di Cla


Finalmente le ho preparate anche io!!!! Sono rimaste sulla lista delle ricette da sperimentare per un tempo indefinito (in cima alla lista, continua a svettare il soufflé ... ma questa è un'altra storia) sino a quando è arrivata l'ora e il giorno giusto per provare. Merito anche della spinta, e la voglia di cimentarmi che è nata dopo aver letto la versione sicula collaudata della mamma di Cla, la mia Scorza di Arancia preferita.
Faccio copia e incolla della sua versione, perché la prima volta che provi le ricette devi seguire pedestremente le indicazioni. Ho solo ridotto le proporzioni perché ho realizzato il vasetto di prova, per vedere se ero capace.
Prossimo anno un paio di vasetti in più di sicuro!!! Grazie Cla :-)

Melanzane sott'olio della mamma di Cla
ingredienti
7 hg di melanzane tipo seta (di fine estate, settembrine) io ho usato quelle striate
50 ml di aceto di vino bianco io ho usato quello di mele
sale qb
olio extra vergine d'oliva qb
peperoncino
origano
aglio io l'ho omesso, sostituito con i semi di finocchio
per un sapore molto delicato, macerate con il succo di 5 o 6 limoni in sostituzione dell'aceto. Per il condimento procedete come per la ricetta seguente.

Pelate le melanzane e tagliatele a striscioline. Mettetele in una ciotola capiente, a strati con il sale, alla fine distribuire l'aceto o il limone. Mettete un peso sopra (io ho messo un frigo verde pieno d'acqua) e lasciarle per 24 ore a macerare nella loro acqua. Trascorso questo tempo strizzatele il più possibile. Sua madre ha usato un torchietto (io ho utilizzato lo schiaccia patate)
Metterle in un'altra ciotola e conditele tutte insieme in modo che l'olio le avvolga tutte, unite l'origano e l'aglio (io l'ho omesso, ho preferito i semini di finocchio) a pezzetti e il peperoncino. Sistematele nei vasi ben sterilizzati, premendo bene per fare uscire tutta l'aria. Lasciate i vasi scoperti per qualche giorno, controllando eventuali bolle d'aria. Le melanzane devono essere sommerse dall'olio. Aggiungere se necessario.


Si possono consumare sin da subito, ma dopo qualche giorno di macinatura sono più saporite.

2 commenti:

Claudia Magistro ha detto...

io sono felice, e lo sarà anche la mia mamà quando ti leggerà!
Grazie biddazza
tua Cla

Elena Bruno ha detto...

Grazie a voi :-)
Un bacione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...