martedì 18 gennaio 2011

Voglia di canederli e ricordi meranesi




A novembre siamo stati a Merano e a Tirolo. E ci siamo innamorati del paesaggio (nonostante la pioggia ci abbia accompagnato per gran parte del tempo) tra il profilo delle montagne, i frutteti ordinati, le vigne, l'architettura, il castello mediovale di Tirolo con il suo museo, senza trascurare la gastronomia e e i prodotti tipici.


Per esempio ci siamo riforniti di molte varietà di mele (freschissime), speck, "pane duro" di segale (Schuttelbrot) ovvero cialde croccanti al naturale o profumate dai semi di finocchio o ai semi di sesamo.

tagliere di speck, cetriolini, rafano e cestino di pani misti

Così sul filo dell'amarcord quando gli Scribacchini ci hanno proposto la ricetta dei canederli, che abbiamo assaggiato per la prima volta proprio a Merano, li abbiamo preparati al volo!

Canederli dei Cuochi di Carta
Ingredienti (notazioni personali tra parentesi e mio procedimento)
pane raffermo 1 kg (io: pane fresco)
latte intero fresco 2 litri e 1/2 circa (io: 1 litro e 1/2)
speck 500 gr
provola affumicata 350 gr (io: 200 gr di caciotta toscana grattugiata)
uova 2
noce moscata (io: un cucchiano colmo di saporita)
prezzemolo un mazzetto
farina bianca per infarinare
brodo (io: brodo vegetale)
grana grattugiato
burro
In una terrina capiente spezzettare il pane e bagnarlo con il latte poco alla volta senza eccedere ottenendo un impasto omogeneo morbido, non troppo asciutto, ma consistente. Tagliare lo speck e la provola a piccoli cubetti, condire con noce moscata e prezzemolo tritato, unire le uova e lasciare riposare per qualche ora in frigo (l'impasto si compatta e si lavora meglio).
Formare i canederli con la dimensione di un piccolo mandarino (per rendere regolare la porzione ho utilizzato l'attrezzo per porzionare il gelato) , infarinarli leggermente e disporli su un vassoio con carta forno.
Cuocere in brodo bollente per 10- 15. Scolare e servire con burro fuso e grana.

Merano

13 commenti:

Gio ha detto...

hai fatto delle foro molto belle nonostante il brutto tempo ma che brava!
ottimi i canederli! da tanto che non li mangio
ps ottime anche le bruschette coi pomodri secchi (mai assaggiati i carvi, simile al cumino come sapore?)

Lo ha detto...

le tue foto sono meravigliose fanno venire voglia di partire ...magari proprio per andare a mangiare i canederli...mamma mia che buoni che sono! un bacione

Ely ha detto...

che posto meraviglioso... anche con il tempo brutto ha il suo fascino davvero... i canederli li ho mangiati sempre in brodo ma così mi sembrano più appetitosi! baci Ely

astrofiammante ha detto...

vedo che facciamo le stesse spese, i canederli li ordino spesso quando sono in quelle zone....ma non riesco a finirli .... tre palle son troppe, ciauzzzzz ;-)

Luca and Sabrina ha detto...

Paesaggi mozzafiato che hanno un fascino incredibile e anche quel tagliere di speck ci ha colpito i sensi, è un'autentica meraviglia! Anche la ricetta dei canederli è imperdibile e non possiamo non appuntarcela, dato che i canederli non li abbiamo mai cucinati!
Baciotti
Sabrina&Luca

Chiara ha detto...

si sta così bene da quelle parti, sono posti rilassanti e si mangia divinamente, belle foto veramente, complimenti!

lucy ha detto...

FOTO BELLISSIME!HAI RAGIONE è FACILE INNAMORARSI DI QUESTE TERRE E DELLA LORO CUCINA!

Lydia ha detto...

Accidenti, Merano mi manca, deve essere un posto bellissimo.
Dopo qualche giorno tracorso in Alta Badia sto cucinando gulash, spaetzle e torte di grano saraceno, lo sai che i canederli mi sopaventavano? Me li vedevo dissolversi inesorabilmente nel brodo.
Tu mi hai spinto a provare

Nepitella ha detto...

Sono posti splendidi!!! noi ci siamo stati tra Natale e Capodanno e ci siamo ripromessi di tornarci in estate. Bellissime le tue immagini e i canederli... bè non serve dir niente :)))

Francesca ha detto...

Che meraviglia!!! Tirolo lo abbiamo visitato due anni fa, un posto meraviglioso, con il suo castello!! Abbiamo preso la funivia e fatto una meravigliosa passeggiata fino alla malga. Che bellezza!!
E i Canederli sono stupefacenti lassù... li faccio anche in casa anche se consumarli a una malga con il paesaggio mozzafiato intorno, ha tutto un altro fascino....
Franci

Ale only kitchen ha detto...

Adoro i canederli e la cucina dell'Alto Adige in generale. Una delle mie amiche più care ha sposato un meranese e ogni volta che sono ospite da quelle parti, faccio una scorpacciata di canederli, speck (una meraviglia...), Kaiserschmarren, etc... I canederli con la provola non li ho mai provati... dovrò rimediare!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@gio': cumino e carvi sono leggermente diversi.

@astrofiammante: com' è che a me ne hanno servito uno solo!?! :-P

@lydia: avevo lo stesso timore, ma il 2011 mi sembrava il momento giusto per lanciarmi :-)

@ale only kitchen: io ho usato una caciotta toscana, con la provola mi ci devo ancora cimentare :-)

Fico e Uva ha detto...

Bellisime foto twostella! I canederli sono una delizia che amo gustare tutte le volte che posso!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...