lunedì 10 gennaio 2011

Castagnaccio e yogurt denso al miele d'acacia

castagnaccio e yogurt denso al miele d'acacia

Dopo due dolci riccamente decorati passiamo a qualcosa di casalingo, nostrano, morigerato privo di qualsiasi sovrastruttura degno del periodo detox post feste ...
Se avete un cattivo rapporto con il castagnaccio e pensate che sia una punizione (come pensavo io sino alla preparazione di questa delizia con materie prime di qualità) voglio testimoniare che a volte occorre ricredersi.
Primo passaggio essenziale è utilizzare una buona farina di castagne: io ho usato quella della Cooperativa Il Riccio (lo dico per tempo così se fate qualche scorribanda in Valle d'Aosta in questo periodo potete rifornirvi di castagne secche, ottime per la minestra, e farina che io uso anche per tagliatelle e crèpes). A seguire, anche la frutta secca deve essere di qualità, soprattutto le noci ... meglio sgusciarle da sé evitando gherigli rancidi :-(
Visto che parliamo di tradizione lasciamoci consigliare nella preparazione d'Artusi ma vi metto per praticità la mia lista degli ingredienti con guarnizione per il servizio (of course!)

Castagnaccio
Ingredienti
farina di Castagne 400 gr
acqua fredda 600 ml
sale marino un cucchiaino raso
uvetta sultanina ammollata 100 gr
pinoli 50 gr
noci 150 gr
miele d'acacia 1 cucchiaio
olio e.v.o. 4 cucchiai
rosmarino fresco q.b.

yogurt denso con miele d'acacia per accompagnare (yogurt homemade)


castagnaccio

Migliaccio di farina dolce volgarmente detto Castagnaccio

Anche qui non posso frenarmi dal declamare contro la poca inclinazione che abbiamo noi Italiani all'industria. In alcune province d'Italia non si conosce per nulla la farina di castagne e credo che nessuno abbia mai tentato d'introdurne l'uso; eppure pel popolo, e per chi non ha paura della ventosità, è un alimento poco costoso, sano e nutriente. Interrogai in proposito una rivendugliola in Romagna descrivendole questo migliaccio e le dimandai perché non tentava di guadagnare qualche soldo con questo commercio. - Che vuole, mi rispose, è roba troppo dolce, non la mangerebbe nessuno. - o le cottarone che voi vendete non sono dolci? eppure hanno dello smercio, diss' io. Provatevi, almeno, soggiunsi; da principio volgetevi ai ragazzi, datene loro qualche pezzo in regalo per vedere se cominciassero a gustarlo, e poi dietro ad essi è probabile che a poco a poco si accostino i grandi. Ebbi un bel dire; fu lo stesso che parlare al muro.
Le cottarone, per chi non lo sa, sono mele o pere, per lo più cascaticce, cotte in forno entro una pentola nella quale si versa un gocciolo d'acqua, coprendone la bocca con un cencio bagnato. Veniamo ora alla semplicissima fattura di questo migliaccio.
Prendete grammi 500 di farina di castagne e siccome questa farina si appasta facilmente passatela dal setaccio prima di adoperarla per renderla soffice; poi mettetela in un recipiente e conditela con uno scarso pizzico di sale. Fatto questo, intridetela con 8 decilitri di acqua diaccia versata a poco per volta onde ridurla una liquida farinata, in cui getterete un pugno di pinoli interi. Alcuni aggiungono ai pinoli delle noci a pezzetti, altri anche dell'uva secca e, sopra, qualche fogliolina di ramerino.
Ora prendete una teglia ove il migliaccio venga grosso un dito e mezzo all'incirca, copritene il fondo con un leggero strato d'olio, ed altr' olio, due cucchiaiate, spargetelo sulla farinata quando è nella teglia. Cuocetelo in forno o anche in casa fra due fuochi e sformatelo caldo.
Con questa farinata si possono fare anche delle frittelle.

14 commenti:

Gio ha detto...

ottimo il castagnaccio! ed hai davvero ragione gli ingredienti buoni fanno davvero molto! :)
bella anche l'idea dell'accompagnamento con yogurt e miele!
ps buona anche la christmas cake!

Francesca ha detto...

Lo sai che, nonostante sia toscana doc, il castagnaccio non è la mia passione... ci crederesti??
Ma volevo farti i miei complimenti vivissimi per la tua torta natalizia con rose e confettini argentati... è semplicemente meravigliosa: elegante, raffinata, davvero bellissima!!!
Sono senza parole... ^_^
Franci

Ely ha detto...

che bello! si presenta benissimo e pur non amando tantissimo questo dolce ne rimango sempre affascianta! buon anno cara! Ely

Aiuolik ha detto...

Il castagnaccio non potrei prenderlo come una punizione, semplicemente perché qui da noi non si usa proprio. Per cui se lo vedessi sarebbe una novità e di sicuro una festa! Avendolo assaggiato forse solo una volta, capisci bene che non ho mai provato a farlo. Per ora prendo una fetta del tuo!

marifra79 ha detto...

Credimi se ti dico che è il mio dolce preferito... e al miele e alle noci non avevo mai pensato! Grande che sei!
Un abbraccio

Simo ha detto...

E' uno dei miei dolci preferiti, ma mi tocca rinunciarvi, essendo a dieta...
Ti è venuto alla perfezione!

Edith Pilaff ha detto...

Buono e bello,grazie per il consiglio "frittelle"!

sonia ha detto...

Ottimoooooooooooo stasera lo faccio !!!!!
Mi mangerei lo schermo del computer!!!

Ramona ha detto...

Questo è un castagnaccio da 10 e lode! Complimenti per la foto e per la ricetta!

Manuela e Silvia ha detto...

Quanto ci piace il castagnaccio! un dolcino ricercato, che fà sentire meno in colpa tanto è semplice e veloce!
molto particolare accompagnato con lo yogurt!
bacioni

astrofiammante ha detto...

dopo che ho visto questo castagnaccio come faccio a non ricredermi, è spettacolare e ovviamente la foto rende proprio l'idea....., queste torte rustiche sono le mie preferite assieme alle crostate, sei fortunata che non posso allungare la mano ^______^ passato bene le feste? spero di sì, bacio.

Oxana ha detto...

Ciao bella!
Tanti auguri di un anno nuovo:)) Immagino che buono!! La foto dice tutto della bontà:)
Bacione

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

@tutti: grazie! e buona giornata a tutti voi :-)

FairySkull ha detto...

è più alto di come lo faccio io ma ha decismaente un aspetto magnifico!!! ;-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...