mercoledì 25 maggio 2016

Fish and Chips: Trota ed Erba Amara in pastella croccante alla birra


Io adoro le erbe aromatiche e le utilizzo frequentemente nelle mie ricette. Approfitto del rifiorire della bella stagione anche per confezionarne bouquet (eccone uno d'annata datato 2008). Non più di qualche giorno fa vi ho raccontato della mia frittata di primavera con l'erba di San Pietro. Ebbene, visto che il blog è anche un momento di incontro e di scambio di informazioni, proprio in quell'occasione sono venuta a conoscenza di un altro nome di quest'erba, che io amo, e che uso con molto piacere in cucina: Erba Amara! In più ho scoperto che viene impiegata per la farcitura del tortello amaro, ricetta tipica di Castel Goffredo (Mn), a cui è dedicata una grande festa. Con l'occasione della XX edizione, che si terrà dal 16 al 19 giugno 2016, è stato lanciato un concorso per foodblogger proprio per promuoverne l'uso e la diffusione.
Mi è sembrato moooolto interessante e mi sono lanciata subito nelle sperimentazioni. Ecco la mia prima idea: conoscete la mia passione per l'Inghilterra ... ho voluto utilizzare l'erba di San Pietro o Erba Amara nella realizzazione di un piatto della cucina britannica. Ragionando sulla consuetudine del mantovano di cucinare pesce di acqua dolce ho pensato di utilizzare la trota. Per le chips: ho reso golose le foglie dell'erba amara avvolgendole nella pastella super croccante. Io ho cucinato il filetto di trota intero per imitare meglio lo spirito rustico dell'originale, ma si può realizzare anche una versione finger food tagliando la trota a bocconcini e privandola della pelle Volete sapere come ho fatto?
Mettiamoci ai fornelli :-)

Fish and chips: trota ed erba amara in pastella croccante alla birra
ingredienti per 2 trote
4 filetti di trota puliti e senza lische
200 ml di birra bionda fredda
120 g di farina di frumento tipo 0
un pizzico di lievito per torte salate
sale marino, pepe nero q.b.
4 foglie di erba amara per il trito
2 rametti di timo limone
qualche foglia di prezzemolo
un paio di cubetti di ghiaccio
olio di semi di arachide
foglie di erba amara da passare nella pastella
preparazione
Tritare finemente le 4 foglie tenere di erba amara, con timo e prezzemolo. Stemperare la farina e lo lievito nella birra. Unire le erbe aromatiche, condire con sale e pepe. Mettere nella pastella i due cubetti di ghiaccio.
Preriscaldare l'olio di arachide. Infarinare i filetti, passarli nella pastella e friggerli in olio profondo. Procedere nello stesso modo con le foglie di erba amara.
Sgocciolare bene su carta assorbente, aggiungere un pizzico di sale sulla superficie e servire ben caldo.

Attenzione alla consistenza della pastella: non deve essere troppo liquida. Io la faccio ad occhio, ma ho pesato gli ingredienti per dare una traccia precisa. Se i tempi si allungano e il ghiaccio si scioglie occorre aggiungere  altra farina. Per essere avvolgente deve essere piuttosto consistente.

Provate anche voi ad impiegare questa erba antica nelle vostre ricette. Cercatela nei vivai. Piantatela nelle vostre aiuole è un'erba perenne che vi terrà compagnia nelle bordure e farà parte delle vostre consuetudini in cucina!





Il contest prevede la preparazione di un piatto che riesca ad esaltare al massimo l’Erba Amara, un’ erba aromatica conosciuta anche con il nome di Erba di San Pietro originaria dell’Asia.

Altri nomi comuni sono Erba di Santa Maria, Erba della Madonna, Menta saracena, Balsamite, Menta greca, Erbabona, Menta geranio, Erba del buon umore. In fondo al post vi spieghiamo come trovare l’Erba Amara.

L’Erba Amara è l’ingrediente che rende inconfondibile il Tortello Amaro di Castel Goffredo protagonista indiscusso della Festa del Tortello Amaro di Castel Goffredo che quest’anno festeggia la XX edizione.


5 commenti:

Fabiola Falgone ha detto...

Le tue ricette sono sempre molto creative e anche golose, complimenti. Un saluto Fabiola

Adenina Viola ha detto...

Hai scelto un'ottima ricetta per esaltare il sapore di quest'erbette.
Mi piacciono i cibi in pastella, proverò la tua ricetta ma con un altro pesce perché qui difficilmente trovo la trota!
My Tester Mania

Elena Bruno ha detto...

Grazie Fabiola io mi sono annotata la tua ricetta :-)

Elena Bruno ha detto...

Grazie :-) provala con il baccalà dissalato preparato a piccoli bocconcini è una vera delizia!

lucy ha detto...

decisamente spettacolare!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...