martedì 6 maggio 2008

Polenta concia

Giornate uggiose. Un primo piatto caldo effetto coccola. La polenta condita con qualche cubetto di fontina, una pioggia di grana e profumo di pepe nero.
Si può procedere al condimento nella pentola, quando la polenta è a fine cottura, con il cucchiaio di legno si incorpora burro e formaggio a piacere.
Oppure si porta la polenta neutra a tavola, con il piatto del formaggio, così ogni commensale si diletta negli abbinamenti preferiti passando dai formaggi freschi a quelli erborinati. In questo caso da concia, la polenta diventa s-concia per la quantità di calorie .... quando si è guidati solo dalla golosità!

3 commenti:

Uvetta ha detto...

ma che carino il tuo blog! ocn tutte queste cose tipiche piemontesi che io non so fare. Mi sa che siamo vicine di casa, pensa che conoscevo perfino i luvertin!! qua si chiamano così...con la 'u'
A presto Ciao ciao!!

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Ohi ma non solo qui si mangia ma anche bene amica mia! Ora ti ho messa nel feed e non ti mollo più :-P
Brava appoggio la scelta polenta che io mangio anche il 15 agosto alla faccia di chi mi dice che è invernale..ma chi se ne frega vogliamo anche aggiungerlo?
Eheh ho visto il tuo commento..oggi ci siamo coalizzate per i tuoi ricordi eh?
buona serata
Silvia

twostella ha detto...

Ciao uvetta! Benvenuta nel mio giardino. Sai, ho deciso di annotarmi la cucina tradizionale per non perderne memoria! Ho visto che si scrive luvertin, ma da queste parti ho sempre sentito pronunciarlo con la 'i', non so, sarà perché siamo "ed c'u'ni". Buona giornata!

Ciao Silvia, beh qui ci sono stati gli ultimi sprazzi di stagione fredda ... (e ne ho approfittato per svuotare la dispensa invernale)ma ora speriamo che si decida a far bello!
Here come the sun ... adoro questa canzone dei Beatles ... iniziamo la mattinanata cantando!!!
Buona giornata!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...