domenica 17 aprile 2016

Calamarata con pesto di foglie di carota e mandorle


Ci sono ricascata: ho comprato le carote fresche complete di tutta la "capigliatura". Effettivamente danno molto più soddisfazione rispetto a quelle con la chioma rasata :-D  La fascetta che li avvolgeva invitava a provarle sia crude per completare le insalate miste sia cotte. Di nuovo una prima volta! E dopo le foglie della barbabietola come ripieno dei raviolini e per la farifrittata nel panino gourmet, signore e signori ecco il pesto di foglie di carota!!!
Mi sono ricordata di una ricetta de La cucina di Calycanthus ci ho messo del mio e ho provato. Risultato un "pesto" cremoso, delicato e leggero (ho tolto aglio e la feta) perfetto con la pasta scolata al dente. L'ho anche provato con il riso ma il risultato è meno soddisfacente. Per renderlo delicato ho sbianchito un attimo le foglie tuffandole in acqua bollente. Ma adesso vi spiego bene i passaggi. Pronti? Mettiamoci ai fornelli.

Pesto di foglie di carota e mandorle
ingredienti per 4 persone
le foglie di una decina di carote
20 mandorle
sale marino
olio e.v.o.
360 g calamarata pasta di grano duro
preparazione
Scegliere le foglie più belle, eliminando le parti più dure. Scottare in acqua bollente per 1 minuto. Fermare la cottura con acqua fredda e ghiaccio. Strizzare bene, tagliare grossolanamente e mettere nel bicchiere del minipimer. Unire le mandorle pelate e crude, qualche cucchiaio d'olio evo, un pizzico di sale e iniziare a frullare. Aggiungere olio sino ad ottenere la giusta cremosità. Lessare la pasta per il tempo indicato. Scolare, tenere qualche cucchiaio di acqua di cottura per avere la giusta umidità e condire con il pesto.


Alcuni consigli finali.
Le foglie di carota per il sugo possono essere utilizzate anche da crude. La scottatura rapida fissa il verde della clorofilla. In questo modo evitate il fastidioso colore spento dovuto dall'ossidazione. Il sapore ne guadagna perché ingentilisce i tratti più spigolosi. Provate, è sorprendentemente facile, buono e a zero spreco!
Per decorare ho fatto scottare per 1 minuto delle fettine ricavate da una piccola carota.
Per la foto non ho condito subito la pasta con il pesto (l'ho solo appoggiata sul piatto), ma vi consiglio vivamente di mescolarli bene bene, insieme in modo che il condimento avvolga al meglio la pasta.

3 commenti:

Martissima ha detto...

ma quante cose s'imparano con il nostro vecchio blog ?? io ricordo che le foglie le avevo ripassate in padella, e fatto dei crostini. :-)

lucy ha detto...

questo piatto è incantevole e sapore mi immagino unico

Elena Bruno ha detto...

@martissima: bella idea per i crostini!

@lucy: ti assicuro che sono proprio buoni :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...